Siracusa, il messaggio di solidarietà della Cgil al giornalista Paolo Borrometi

Siracusa. «L’agguato che si voleva mettere in atto ai danni del giornalista Paolo Borrometi, accertato dagli investigatori , è veramente drammatico – dichiara Roberto Alosi, segretario generale della Cgil di Siracusa – non solo per il tentativo di togliere una vita e di ledere la libertà di stampa, ma anche perché ripone al centro dell’attenzione la volontà del crimine di mantenere un clima di illegalità. Quella illegalità che lede la libertà d’impresa, che altera gli equilibri del mercato del lavoro, che pregiudica la sicurezza, che condiziona gli appalti, che pregiudica lo sviluppo. Una criminalità che ambisce a ostacolare il rilancio, perché la ripresa dell’economia significherebbe perdere l’attuale potere fondato in gran parte sulla fame della gente».

Share

Articolo Successivo
pubblicità

Le notizie più lette della settimana