ULTIM'ORA

Vinciullo, Mandolfo e Pancari: “Si ripristini l’illuminazione nelle gallerie killer” della Catania – Siracusa


 

autostrada catania siracusa

“Si sta effettuando un vero e proprio attentato alla sicurezza dei trasporti nelle gallerie dell’Autostrada Catania – Siracusa” lo dichiarano il coordinatore del NCD di Carlentini, Dott. Roberto Mandolfo, il consigliere comunale dello stesso comune, Avv. Carlo Cardillo, il consigliere circoscrizionale Daniele Bosco , il Dott. Antonio Pino del NCD Leontino , l’Avv. Mario Pancari della direzione nazionale e il deputato regionale On. Prof. Vincenzo Vinciullo.

Venerdì sera, si è avuto un affollato incontro, voluto dal comitato spontaneo di Lentini e Carlentini dei cittadini pendolari che quotidianamente transitano per motivi di lavoro sui tratti di gallerie della Catania – Siracusa. In quella occasione, i cittadini hanno avuto modo di rappresentare agli attivi esponenti del NCD di Lentini e Carlentini la necessità di avviare, una volta per tutte, a soluzione il problema dell’illuminazione in questi tratti di gallerie, che ricadono per lo più sul territorio di Carlentini e che rappresentano una potenziale trappola per chi si appresta a percorrerle, contravvenendo al rispetto delle norme sulla sicurezza e sull’incolumità pubblica, palesandosi, a voler dirla tutta, il grave reato di attentato alla sicurezza dei trasporti da parte dell’Anas.

“Interverremo, ancora una volta e senza indugio – affermano gli esponenti del NCD di Carlentini e Lentini – presso le sedi istituzionali deputate alla vigilanza e manutenzione della Catania – Siracusa, perché le rimostranze e le preoccupazioni dei nostri concittadini non rimangano vane e perché non rimanga un pericolo anche per i nostri figli percorrere oggi questo tratto autostradale.”

A ribattere è anche l’On. Vinciullo: “Conosco bene ogni metro delle gallerie killer, ogni settimana da me percorsa per raggiungere l’ARS ed è una vergogna come, in un tratto autostradale così all’avanguardia, perduri questo increscioso problema dell’illuminazione che manca, e delle corsie chiuse, proprio alla vigilia della stagione estiva che, per forze di cose, aggiungerà all’intenso traffico già presente quello del popolo di turisti che vorrà raggiungere le nostre località di villeggiatura ed ai quali turisti diamo sempre e comunque lo stesso messaggio di arretratezza e inciviltà. Mi farò carico, ancora una volta e senza indugio – conclude l’On. Vincenzo Vinciullo – della questione, non soltanto con un’interrogazione parlamentare, ma rivolgendomi al Prefetto ed al Ministero dei Trasporti, affinché la Catania – Siracusa non diventi una seconda Catania – Palermo, dove si interviene solo a fatto compiuto, la strada della disperazione per chi la deve transitare, dove l’ANAS è intervenuta solo dopo il disastro”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: