ULTIM'ORA

Villasmundo. Ufficio postale chiuso per tentata rapina, Slc Cgil Siracusa: “disagi per i cittadini, non sono di serie B”


escavatore-carabinieri-postamat-villasmundo-siracusa-timesNews Siracusa: “La chiusura dell’ufficio postale di Villasmundo per tentata rapina è diventata una costante”. Dichiarano da Slc Cgil Siracusa, ricordando che nella notte tra il 12 e 13 novembre, tre malviventi hanno tentato di sradicare il postamat di quell’ufficio con l’ausilio di una pala meccanica, colti sul fatto e poi arrestati (leggi qui).

“I Lavoratori di Villasmundo, direttore compreso, vivono da qualche tempo l’ansia di non conoscere giornalmente dove prendere servizio per svolgere la loro attività. Ancor di più dopo, la tentata rapina, e quindici giorni trascorsi, non s’intravede neanche in un futuro prossimo, la riapertura dell’ufficio in oggetto”.

“Slc Cgil Siracusa chiede la rivisitazione del progetto che sembra carente nel perimetro dove è allocato il Postamat. Slc Cgil Siracusa è oltremodo preoccupata per la popolazione di Villasmundo che cuba circa 4.000 abitanti e che dal 14 del mese di novembre sono costretti a dipendere dall’ufficio postale del comune di Melilli, distante circa una quindicina di chilometri, per i servizi che Poste Italiane S.p.a sviluppa. Sembra che i cittadini per questa azienda siano diventati di serie “B”, ma forse anche meno, eppure gli stessi dirigenti aziendali pressano giornalmente gli addetti allo sportello e i direttori a coinvolgere i clienti nei servizi che Poste Italiane offre. Il ripristino della pedonabilità per l’ufficio postale di Villasmundo non sembra imminente”.

“Slc Cgil Siracusa preso atto di questo immobilismo inviterà  – concludono – le associazioni dei consumatori affinché realizzino denunce a difesa di questi cittadini che dal mese di dicembre dovranno ritirare la loro pensione (e si tratta naturalmente di clienti con un’età avanzata) presso altri uffici postali”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: