ULTIM'ORA

Vigili del Fuoco. Assorbimento del precariato e rinnovo dei contratti, evento a scacchiera organizzato da USB


immagini di repertorio

News:  È in corso l’evento a scacchiera organizzato da USB Vigili del Fuoco con il coinvolgimento di numerose Provincie capoluogo di regione, sparsi su tutto il territorio nazionale, in cui si sta dando seguito a presidi e manifestazioni con corteo a seguito. La Sicilia ha incontrato la Calabria da qualche ora e sta proseguendo con il corteo per le vie di Villa S. Giovanni con la considerevole e consistente adesione di personale vigile del fuoco, sia permanente che discontinuo precario.

L’evento è indirizzato a sensibilizzare l’attuale Esecutivo a dare seguito al processo di stabilizzazione voluto da USB, condiviso dai componenti tutti della prima Commissione Affari Costituzionali presso la Camera dei Deputati, meglio conosciuta con il nome di “Risoluzione Fiano” e sostanzialmente dei suoi stessi contenuti. Il Governo viene impegnato ad elaborare le soluzioni per l’assorbimento del precariato attraverso mirati percorsi da perseguire e già individuati dalla stessa Risoluzione Fiano ormai noti grazie ai comunicati stampa elaborati da USB VV.F..

 

“USB ha dato inizio ad un evento individuandone l’appellativo di “scacchiera” e non ha alcuna intenzione di fermarsi – spiega in una nota di USB Sicilia il Rag. Massimo Pirrone dicendo -. Stiamo sollevando argomenti di spessore nazionale e continueremo nella nostra azione sindacale con l’intento di sensibilizzare il Governo ad istituire un Tavolo in cui convergere con la rappresentanza sindacale USB, ricordiamo Maggiormente Rappresentativa nel settore del Pubblico Impiego,  al fine di trovare condivise soluzioni per la categoria qui rappresentata; soluzioni necessarie a dare stabilità a tutte quelle Famiglie in uno stato di Precariato ed in Parallelo, soluzioni per i permanenti finalizzati ad azzerare le differenze retributive rispetto ai prezzi al consumo”.

“Altro argomento di spessore nazionale è il rinnovo dei contratti per la parte economica in cui risultano abbondantemente insufficienti le somme individuate dal Ministero Funzione Pubblica per il triennio in corso. Abbiamo ampiamente rappresentato la necessità di rimpinguare le tabelle dei dipendenti del Pubblico Impiego al pari della perdita del potere d’acquisto e a far data dal lontano 2009 e ampiamente condiviso anche dalle diverse associazioni dei consumatori con gli elaborati resi noti sui loro stessi portali”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: