ULTIM'ORA

Uila-Uil Siracusa lancia raccolta firme per due proposte di legge sulla genitorialità, Naspi e Ape per lavoratori agricoli e pescatori


un momento del direttivo con il segretario della Uila, Sebastiano Di Pietro e il segretario generale territoriale, Stefano Munafò

Siracusa. Il Consiglio territoriale della UILA siracusana, il sindacato di categoria della UIL che riunisce i lavoratori agroalimentari e forestali. Nel corso della riunione avvenuta stamani, alla UIL di Siracusa, il segretario territoriale della UILA, Sebastiano Di Pietro, ha illustrato il contenuto delle due proposte di legge di iniziativa popolare che il sindacato di categoria della UIL ha avviato su tutto il territorio nazionale il 18 settembre scorso.

Le due proposte di legge che la UILA intende presentare al Governo riguardano il sostegno alla genitorialità attraverso l’introduzione di misure che mirino a migliorare le tutele a favore delle lavoratrici e dei padri lavoratori (in particolare, la proposta di legge prevede che le lavoratrici dovranno essere retribuite al 100% per tutto il periodo di congedo di maternità obbligatorio, con possibilità al rientro di lavorare a tempo parziale fino al compimento del primo anno di età del bambino con retribuzione al 100% integrata dall’INPS; In secondo luogo, migliorare  alcune norme in materia di Naspi: i decreti attuativi del Jobs Act in materia di Naspi hanno introdotto due gravi penalizzazioni per chi perde il lavoro, una sensibile riduzione dell’assegno di disoccupazione dopo i primi tre mesi, la determinazione di un tetto e la conseguente riduzione dei contributi figurativi pensionistici. La proposta di legge della Uila prevede che l’assegno di disoccupazione non dovrà subire, nel tempo, alcuna riduzione con conseguente beneficio anche in termini di contribuzione ai fini pensionistici. Per i braccianti agricoli e per i pescatori, la UILA con la sua proposta di legge, intende inserire questi lavoratori tra i destinatari dell’APE (anticipo pensionistico) sociale, da cui attualmente risultano ingiustamente esclusi, in ragione del fatto che si tratta di lavoratori addetti ad attività particolarmente difficoltose e rischiose.

Durante il direttivo è intervenuto anche il segretario generale territoriale della Uil Siracusa-Ragusa-Gela, Stefano Munafò: “Quando si fanno attività di questo genere sono felice perché nel nostro sistema, essere sempre più professionalizzati e in condizione di poter dare un servizio di qualità di un certo livello è molto qualificante per tutta l’organizzazione, non solo per la categoria stessa. Oggi la Uila è un punto di riferimento importante per tutta la Uil perché ha dirigenti di ottimo livello e perché è la prima categoria nella nostra organizzazione perché siamo presenti in quasi tutti i Comuni ed è una struttura oramai capillare e che registra numeri significativi con tante attività”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: