ULTIM'ORA

Ucsi Siracusa: si svolgerà domani a Noto il corso con il vescovo S.E. Mons. Antonio Staglianò


giornalismo siracusa times

News Siracusa: Si svolgerà domani a Noto il secondo incontro del corso di formazione dei giornalisti, curato dalla sezione provinciale dell’Unione Cattolica della Stampa Italiana di Siracusa, dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e dall’Ordine Regionale dei Giornalisti. Il tema del corso sarà “Deontologia della comunicazione: da San Giovanni Paolo II a Papa Francesco” e si svolgerà nell’Aula Magna del seminario vescovile della Diocesi di Noto.

Il Relatore sarà S.E. Mons. Antonio Staglianò, vescovo di Noto e delegato regionale della Conferenza Episcopale Siciliana per le Comunicazioni sociali e cultura. Presenzieranno: il presidente provinciale dell’Ucsi Salvatore Di Salvo, il consigliere nazionale dell’Ordine, Santo Gallo, il consulente provinciale dell’Ucsi di Siracusa don Giuseppe Lombardo e il giornalista Damiano Chiaramonte, tutor dei corsi e segretario provinciale dell’Assostampa.

Per iscriversi ai due seminari, bisogna accedere tramite la piattaforma nazionale (Si.Ge.F) e seguire le indicazioni. Sarà quindi necessario stampare e portare con sé, nella sede del corso, il foglio con il codice a barre inviato via mail dalla piattaforma Si.Ge.F a seguito dell’avvenuta iscrizione. Non sarà più possibile effettuare iscrizioni a mano all’ultimo minuto.

Dal primo gennaio 2014 anche i giornalisti italiani dovranno assolvere all’obbligo della Formazione Professionale Continua (FPC) per adeguarsi ad una normativa che prevede l’aggiornamento per tutti gli iscritti ad un Ordine professionale come una delle condizioni per poter mantenere la propria iscrizione all’Ordine stesso. Per assolvere all’obbligo formativo, ogni iscritto dovrà maturare 60 crediti in un triennio (con un minimo di 15 crediti annuali) di cui almeno 15 su temi deontologici. In base all’art. 3 del Regolamento attuativo approvato dal CNOG, i crediti potranno essere ottenuti in svariati modi fra cui attività formative anche a distanza, frequenza di corsi, seminari e master organizzati anche da soggetti formatori terzi (ad esempio le Università) autorizzati dal CNOG.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: