ULTIM'ORA
Pubblicità elettorale - Committente Giancarlo Lo manto

Spazio nutrizione: “Dieta fai da te” e gli errori da evitare


antonino marinelloFinalmente le belle giornate spuntano con più frequenza, il caldo si fa sentire ed iniziano a popolarsi magliette e shorts. L’estate è alle porte, e l’ansia pre-mare insorge inesorabilmente. Spopola anche un uso abbastanza frequente, la dieta fai da te e con essa il bagaglio di errori (orrori) che si insinuano con questa pratica disperata. La signora Giovanna ha solo due mesi per perdere molti Kg, e concentra le sue energie per riuscire nel suo intento, diventare tonica per l’estate. Il più delle volte si cerca la dieta del momento, quest’anno c’è la dieta dell’acqua, altri anni c’era quella della mela o del pompelmo etc.

Alcuni si privano dei carboidrati, tutti a modo loro. Pane, pizza, pasta, le tre “p” vengono viste come demoni scesi in terra pronti ad impedirci di sfoggiare il nostro bel costume ultimo grido. C’è chi addirittura gli ultimi giorni ricorre anche al salto del pasto o al digiuno totale, che neanche i più devoti in Quaresima. La verità è che ci lasciamo prendere dalla frenesia del tempo e pensiamo che in pochi giorni massimo settimane possiamo perdere molto peso subito e solo grasso. Aimé ci sbagliamo, Dio c’ha dato il grasso, che da un punto di vista biochimico è facile da mettere ma difficile da togliere. Cosa non dobbiamo fare? Quale sono gli errori più gettonati?

Sottoporsi a diete monotematiche: questo a mio avviso è uno degli errori abbastanza frequenti che portano a gravi conseguenze e scompensi nutrizionali, ad esempio “la dieta del minestrone” che porta a lungo andare ad un deficit di ferro con molte conseguenze sull’organismo come fragilità di capelli e unghie, stanchezza, insonnia, etc.

Salto dei pasti: ancora non è diventata una disciplina olimpica come il salto in lungo, ma è pur sempre molto frequente. Saltare il pasto porta a mangiare il doppio in quello successivo, creando un accumulo o surplus di calorie tutte concentrate in una volta. Meglio spezzare con spuntini leggeri che tengono alto il metabolismo (yogurt, frutto, frullato etc)

Sostituzione dei pasti con barrette e beveroni stile palestrati: innanzitutto bere non sazia, la masticazione è fondamentale da un punto di vista psichico e funzionale. Questi preparati non danno un senso di sazietà, il risultato è molto simile al salto del pasto, in più l’apporto proteico è elevato ed a lungo andare può portare ad un danno renale.

Perdere svariati Kg in pochi giorni: se si riesce a digiunare a levarsi pure l’acqua ed a mangiare come un passerotto si perdono Kg in pochi giorni, è vero! Ma cosa perdiamo? La prima cosa che perdiamo è l’acqua extra-tracellulare, le variazioni di peso di un kilogrammo da un giorno all’altro è semplicemente acqua… il grasso richiede giorni per formarsi. La seconda cosa aimè che si perde è il muscolo e solo alla fine si perde il grasso. Siamo fatto in questo modo è un retaggio dei nostri antenati, dove il grasso era molto prezioso poiché non si mangiava come si mangia adesso, e di conseguenza il nostro corpo fa di tutto per trattenere questa riserva di energia che in passato era considerata come salvezza, adesso è semplicemente un difetto da dover nascondere.

Quindi occhio alla dieta fai da te !

Per maggiori info sul dottor Antonino Marinello basta cliccare sul suo sito internet (Leggi qui)

o contattare il numero di telefono per una visita su prenotazione  347.5185192  (viale Scala Greca 67/F)

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: