ULTIM'ORA
Pubblicità elettorale - Committente Giancarlo Lo manto

Spazio nutrizione: Autunno, verdure e frutta stagionale


Ormai conclusa la stagione balneare, si avvicinano i mesi freddi. L’autunno è una tappa obbligatoria, che con le sue varietà di frutta e verdure, risulta essere d’ importanza cruciale per i mesi invernali. L’ampia  varietà di verdure che abbiamo a disposizione in questo periodo, ha un bagaglio organolettico notevole.

Spazio nutrizione

I cavoli, in particolare, ricoprono un ruolo principe, in quanto hanno proprietà antinfiammatorie naturali (l’infiammazione è la base di patologie autoimmuni, artrite e patologie vascolari), proprietà antiossidanti contro i radicali liberi ( grazie al contenuto di flavonoidi di  vitamina C ed A), proprietà disintossicante ed antitumorale in particolare al cancro al seno alle vescica ed alle ovaie. Per non parlare del contenuto di ferro, dove risulta essere maggiore in quantità rispetto ad una bistecca.

Spazio nutrizione 2

Un altro ortaggio da non sottovalutare è la melanzana, con i suoi antiossidanti ac. caffeico, ac. clorogenico  ed un potente antiossidante che prende il nome di Nasunin, che ha un effetto rilevante sui radicali liberi. Numerosi studi, hanno dimostrato, che il Nasunin promuove un sano funzionamento del cervello, proteggendolo dai radicali liberi. Il cavolo, ricco in vitamina B, aiuta sempre il sistema nervoso , il fegato ed in più mantiene il metabolismo attivo, elaborando perfettamente i grassi in eccesso, utilissimo per chi intraprende una dieta! Aiuta le ossa grazie ai suoi numerosissimi minerali: manganese, potassio magnesio etc. L’ultimo ortaggio, ma non ultimo per importanza è il peperone. Ricchissimo in vitamina C, ne contiene molto di più degli agrumi. Quindi ottimo per i raffreddori, per chi fuma, o per chi ha le difese basse. Contiene molto potassio e ferro, pur  essendo fratello del peperoncino, non presenta la capsacina, il principio che ci fa bruciare la lingua quando lo si mangia, ma contiene il diidro capsiato, che ci aiuta a perdere peso! La frutta stagionale tipica dell’autunno ha dei rappresentanti diversificati. La castagna, che è immancabile in tutte le sagre, risulta essere un frutto ricco di minerali utilissimo per le ossa. Contiene una buona percentuale di vit. B che aiuta il nostro sistema nervoso, ma risulta essere sconsigliata per le diete ipocaloriche, in quanto ricchissima di glucidi, occhio alle quantità! Lo stesso discorso vale per il caco o “mela d’oriente” sconsigliata ai diabetici ed agli obesi. Risulta però un ottimo vitaminizzante, protettore del fegato, diuretico ed un ottimo lassativo naturale.

Spazio nutrizione 3

Concluderei con un frutto che ha ispirato poeti e filosofi di ogni periodo storico, l’uva. La regina dell’autunno. Trova i suoi benefici soprattutto nel sistema venoso (emorroidi, fragilità capillare, etc.) e nei disturbi legati alla menopausa. Gli antocianini contenuti diminuiscono la permeabilità capillare aumentandone la resistenza. I tannini presenti hanno un effetto “anti-age” prevenendo l’invecchiamento cutaneo. Infine il resveratrolo un composto che garantisce una sicurezza al livello cardiovascolare, fluidificando il sangue, diminuendo il rischio di aggregazione piastrinica. Quindi, concediamoci un buon bicchiere di vino perché come dicono i nostri nonni  fa “sangu friscu”. Buon autunno!

A CURA DI :

DOTT. ANTONINO MARINELLO

BIOLOGO NUTRIZIONISTA

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: