ULTIM'ORA

Siracusa, sostegno per l’inclusione attiva: 360 richieste al programma in due settimane


famiglia_sociale_inclusione-siracusatimesNews Siracusa: sono 360 nelle prime due settimane le domande presentate, all’Assessorato alle politiche sociali, per la partecipazione al programma “Sostegno per l’inclusione attiva” (Sia) finanziato con fondi Pon. Il dato riguarda la sola città ma le iniziative messe in campo, sotto il coordinamento dell’assessore Giovanni Sallicano, interessano l’intero distretto socio-sanitario D48, che raccoglie 11 comuni e del quale Siracusa è capofila. Il programma non prevede un termine finale per la presentazione delle domande.

Il Sia prevede la concessione di un sussidio a famiglie povere con minorenni, disabili o donne in stato di gravidanza. Per la valutazione dei requisiti si fa riferimento al reddito Isee. L’erogazione avverrà dopo l’adesione a progetti personalizzati di attività sociale e lavorativa per i quali l’assessore Sallicano ha avviato una serie di incontri con le organizzazioni che rappresentano il mondo del lavoro, gli imprenditori, il commercio, l’artigianato, l’agricoltura e il sociale.

“Abbiamo avviato il confronto con le varie istituzioni coinvolte e le organizzazioni sociali – afferma l’assessore Sallicano – perché la riuscita del programma e legata a una collaborazione più vasta possibile in quanto ciascuno degli aventi diritto al sostegno dovrà aderire a un progetto ma anche dimostrare di seguirlo. In questo senso c’è bisogno di tutti, di chi può offrire lavoro o qualsiasi forma di aiuto e di chi, come le strutture sanitarie e socio-sanitarie, possono seguire le persone che vivono un disagio. Sarà molto importante la collaborazione con l’Azienda sanitaria provinciale, che incontreremo mercoledì prossimo assieme ai rappresentanti del mondo della scuola”.

Nei giorni scorsi l’assessore Sallicano ha visto la Federfarma, con la quale è stato concordato uno sconto del 5 per cento sui prodotti in vendita nelle farmacie che vorranno aderire, con l’esclusione dei ticket e dei farmaci non da banco. Gli incontri sono proseguiti nei giorni successivi e altri ce ne saranno la prossima settimana. Con il Centro per l’impiego si sono poste le basi per un lavoro sinergico poiché è prevista la costituzione di apposite equipe multidisciplinari con la partecipazione di assistenti sociali del Comune. Riunioni anche con i rappresentanti di Cgil, Uil, Ugl, Confcommercio, Confesercenti e Confagricoltura, con i responsabili dell’Uepe (Ufficio esecuzione penale esterna, del Ministero della giustizia) e con il rappresentante del Forum del terzo settore, Francesco Di Priolo. “Ho riscontrato – dice l’assessore Sallicano – la comune volontà di una fattiva collaborazione per una positiva riuscita del Sia al fine di consentire, per quanto possibile, l’uscita dei soggetti interessati  dalla attuale situazione di svantaggio. Con reciproca soddisfazione, si è stabilito di tenere altri incontri anche di natura operativa e per arrivare a un protocollo di intesa per la formazione di un tavolo permanente consultivo e propositivo per tutti gli ambiti riguardanti il Sia”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: