ULTIM'ORA

Solarino, Michele Gianni ha ufficializzato la candidatura a sindaco: “lavoro, scuola e efficienza amministrativa i punti da cui partire”


News Solarino: lavoro, scuola, efficienza. Questi alcuni dei punti su cui Michele Gianni e la coalizione che lo sostiene stanno lavorando per stilare il programma in vista delle elezioni amministrative. Una coalizione fatta di molti nomi e tante personalità, tutte legate da un’idea comune: “il confronto e la condivisione, che sono la nostra Stella Polare – ha affermato il segretario cittadino del Pd Angelo Amenta –. Solo così potremo rompere il vecchio sistema politico”.

La nostra coalizione ha il giusto equilibrio fra l’entusiasmo dei giovani e la saggezza dei vecchi – ha precisato l’ex sindaco Pietro Mangiafico –, che non rivendicano alcun ruolo ma collaborano con la squadra allo scopo di portare beneficio a Solarino e ai solarinesi”.

Argomento, questo, condiviso anche da Giuseppe Oliva, referente di Solarino Network, movimento giovane fatto da giovani, nato con un obiettivo a lungo raggio: “formare un Consiglio comunale di qualità e preparare le generazioni future”.

E proprio al futuro è proiettato anche il simbolo, spiegato da Pierpaolo Gallo e Maria Paola Giarratana, scelto per rappresentare la lista che racchiude, però, anche un po’ di presente e un importante pezzo di passato. “Un orologio che scandisce il tempo e la cui forza motrice è data da una donna o un uomo che fa girare gli ingranaggi, con sopra il campanile della chiesa di san Paolo, simbolo di Solarino”.

Quarantasette anni, manager aziendale, laurea con lode in Scienze Politiche alla Cattolica e master in Politiche Europee al College d’Europe a Bruges, è sposato e ha due figli.

Consigliere comunale da due mandati, attualmente all’opposizione, ieri Michele Gianni ha dato un assaggio di come Sarà… Solarino che, non a caso, è il nome scelto per la lista con cui si presenterà alle elezioni. “Io non so se arriveremo primi, ma so che se arriveremo primi lo faremo insieme – ha affermato Michele Gianni –. E dunque il tema da cui partire è il lavoro. Solarino sarà laboriosa, produttiva, dinamica. Firmeremo dinnanzi al Prefetto i protocolli d’intesa per chiedere alle ditte che prendono appalti a Solarino di servirsi di manodopera locale, faciliteremo al massimo le ditte che decideranno di assumere i solarinesi. Se arriveremo primi rinuncerò all’indennità di carica, circa 1.500 euro al mese, e la destinerò a un fondo per aiutare le giovani imprese artigiane ad aprire le officine nella nostra zona artigianale. Se arriveremo primi Solarino sarà sicura, soprattutto per i più piccoli. Massima attenzione dedicheremo alle scuole, tutta l’energia possibile, ma prima di tutto ascolteremo e rispetteremo, senza sottomissione sia chiaro, chi ne è alla guida, per lavorare insieme ed efficacemente. Efficace ed efficiente cercheremo di rendere anche la macchina amministrativa, rimodulando costi dei servizi e tempi di pagamento. E poi l’Unione dei Comuni. La realizzeremo, in un’ottica di risparmio per le casse comunali. Faremo delle scelte e ci interrogheremo persino sulla necessità di avere un segretario comunale tutto nostro, potendo destinare, nel caso, le somme risparmiate ad aumentare gli interventi di manutenzione del patrimonio comunale”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: