ULTIM'ORA

Solarino. Consiglio Comunale, raccolta differenziata e nuove tariffe Tari, Michele Gianni: “Penalizzate le famiglie più numerose e quelle più virtuose”


Michele Gianni Siracusa TimesNews  Solarino – “Le tariffe della spazzatura aumentano e per alcune famiglie aumentano di più”. Questo ciò che è emerso dal Consiglio Comunale di ieri sera a Solarino. A spiegarlo è il Consigliere di opposizione Michele Gianni che sottolinea come le tariffe “aumenteranno di più per i nuclei familiari numerosi e per i proprietari di case di piccole dimensioni – precisa – e, paradossalmente, si ridurranno per quanti, invece, hanno case più grandi”.

In concreto, dunque, per fare degli esempi, per un immobile di 120 metri quadrati in cui vivono 2 persone, è previsto un aumento del 3% (quindi i 298,55 euro pagati nel 2015, diventano 307,68 nel 2016). Per lo stesso immobile, con 3 occupanti, l’aumento sarà del 5% (passando quindi da 355,18 euro a 372,65) e così via. Paradossalmente, però, un immobile di 215 metri quadrati con 4 occupanti avrà una riduzione pari allo 0,1 con un risparmio in bolletta di 6,51 euro.

Quindi gli aumenti penalizzeranno maggiormente i nuclei familiari che vivono in case di medie dimensioni (che sono la maggioranza a Solarino) e in particolare i nuclei familiari più numerosi – prosegue Michele Gianni – che, solitamente, sono quelli in cui i figli già adulti sono costretti a vivere con i propri genitori perché non hanno ancora trovato un lavoro che garantisca loro di essere autonomi o in cui, magari, vivono parenti anziani di cui ci si prende cura”.

Possono sorridere, invece, i proprietari dei garage. “Loro trarranno beneficio – prosegue ancora il Consigliere Michele Gianni –, dalle decisioni della maggioranza che per i proprietari di garage ha previsto il dirottamento degli aumenti operati sulle famiglie. In questo caso, infatti, le tariffe scenderanno anche del 33%”.

Quanto alla raccolta differenziata, altro argomento su cui ieri sera si è tenuto un acceso dibattito, soprattutto in merito alle premialità da distribuire ai cittadini più virtuosi, almeno questo prevedeva il piano redatto dal Comune, è stato confermato ciò che molti cittadini temevano “chi ha differenziato sarà penalizzato – spiega ancora Gianni -. Le famiglie che metteranno fuori dalla porta più di 53 volte l’anno ossia due volte la settimana il contenitore dell’indifferenziata non accederanno ai premi. Quindi è bene dirlo ai Solarinesi: è necessario far entrare l’ammontare dei rifiuti indistinti in un contenitore alla settimana o il lunedì o il venerdì. Chi ha più rifiuti indifferenziati deve conservarli per conferirli la settimana dopo oppure consegnarli a parenti e amici che ne hanno di meno”.

E per quei contribuenti ancora più virtuosi che, già adesso, non superano questa soglia, Gianni e altri colleghi dell’opposizione avevano proposto un premio maggiore che, però, è stato bocciato dalla maggioranza consiliare del sindaco Scorpo.

Beh sono troppo virtuosi e non possiamo premiarli: costerebbe troppo, ci è stato risposto! – spiega ancora Michele Gianni -. E allo stesso modo è stata bocciata la nostra proposta di raddoppiare la premialità al raddoppio dei chili conferiti per chi conferisce al centro comunale di raccolta. Abbiamo proposto che l’importo delle premialità da suddividere tra i contribuenti fosse legato nella misura del 100% agli introiti derivanti dalla vendita degli scarti destinati al riciclo. E anche questa è stata bocciata. A lasciare l’amaro in bocca, però, è la riduzione a pioggia che si prevede arriverà sotto Natale a tutti i contribuenti solarinesi. Una riduzione che sa molto di campagna elettorale a cattura del consenso. I cittadini indipendentemente dall’aver differenziato o meno nel corso del 2016, riceveranno un regalo di 10 euro a testa!”.

Uno sconto che per Michele Gianni è inaccettabile. “Questo sconto a pioggia proposto per il 2016 in deroga ai coefficienti di riparto non è comprensibile, poiché i contribuenti hanno affollato il CCR registrando puntualmente i conferimenti di rifiuti differenziati e quindi è possibile non livellare i virtuosi con chi invece non si è preso la pena di conferire al CCR – dichiara infine –. A maggior ragione stando a quanto dichiarato dal sindaco che ieri ha spiegato come i cittadini sono già schedati relativamente ai rispettivi conferimenti di rifiuto indifferenziato e quindi sarebbe possibile conoscere chi ha più contribuito alla raccolta. Infine, da un punto di vista educativo, i premi per tutti non invogliano l’essere virtuosi, anzi, spingono quanti finora non si sono impegnati affatto nella raccolta differenziata a continuare così tanto, alla fine, si viene premiati a prescindere”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: