ULTIM'ORA

Siracusa, Vinciullo, Cirone e Sorbello: “su IAS, non ci sono rischi per i lavoratori e l’ambiente”


Vinciullo, Cirone, Sorbello Siracusa Times

I deputati regionali Vincenzo Vinciullo, Marika Cirone e Giuseppe Sorbello

News Siracusa: i deputati regionali Vincenzo Vinciullo, Marika Cirone e Giuseppe Sorbello informano che la Regione Siciliana, entro la prima decade di gennaio, porrà in essere tutti gli interventi necessari per riportare il procedimento amministrativo entro i limiti indicati dalla legge e confermati dalla Commissione Bilancio in merito alla vicenda IAS.

“In atto – dichiarano i tre deputati regionali – il Commissario Straordinario non si è ancora insediato, in quanto non è stato formalizzato il passaggio delle funzioni da Commissario Ad Acta a quello di Commissario Straordinario.

Non appena ciò avverrà, saranno riparate eventuali lesioni di legittimità. Questo per quanto attiene ai problemi di natura endoprocedimentale. Per quanto attiene, invece, i problemi di natura squisitamente di indirizzo politico e di governo del territorio è da precisare che tutti gli atti ad oggi prodotti non sono stati mai concordati o portati a conoscenza di chi scrive.

Pertanto – proseguono Vinciullo, Cirone e Sorbello sarebbe più opportuno aprirsi al territorio, rendere note le scelte che si intendono assumere e non sottrarsi, come invece, purtroppo, è accaduto al confronto nelle sedi istituzionali a ciò deputate. Se ciò fosse accaduto, si sarebbero evitate tutte le incomprensioni di questi giorni e si sarebbe avuto una gestione unitaria delle problematiche, prima fra tutte quella con i lavoratori e con la difesa e tutela dell’ambiente. Quanto al problema dei lavoratori, nessuno può pensare a soluzioni senza averle prima concordate con i rappresentanti del territorio e con i rappresentanti dei lavoratori.

Una cosa è certa – hanno concluso i tre deputati regionali – nessuno pensi di privatizzare l’IAS, né tanto meno di ripetere in provincia di Siracusa esperienze assolutamente negative nella gestione delle acque”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: