ULTIM'ORA

Siracusa, Villa Reimann. Svolta ieri la cerimonia conclusiva della collettiva d’arte “Anime senza peso”


Dipinto Siracusa TimesNews Siracusa: si è conclusa ieri sera a villa Reimann la tre giorni della mostra collettiva dal titolo “Anime senza peso”.

La manifestazione, patrocinata dalla Giunta Civica e dal suo presidente Damiano De Simone e con la partecipazione di SAVE Villa Reimann, è stata organizzata dall’artista Santina Laura Alessi dell’Associazione A.M.P. Fiori D’Amore che è riuscita a coinvolgere nella collettiva 27 artisti provenienti da Siracusa e dalla sua provincia, nonché da quelle di Enna, Caltanissetta e Catania.

La consegna degli attestati e la premiazione è stata la conclusione delle tante emozioni offerte dalle artiste Lalla Bruschi e Giusy Spadola con la lettura di poesie e dalla critica Oriana Romano con un interessante intervento che ha spaziato lungo la storia della bambola con le implicazioni socio culturali che sono ancora presenti nella nostra civiltà industrializzata.

Alla cerimonia conclusiva della collettiva ha dato il suo appassionato contributo Maria Teresa Asaro, Assessore alla Cultura della Consulta Civica. Significativo è stato l’intervento dell’Editore Carlo Morrone e quello del Console della Turchia, Domenico Romeo, che si è dichiarato fermamente convinto che la fratellanza e la pace tra i popoli passa anche e soprattutto attraverso l’arte e la cultura.

Vincitore della collettiva è stato l’artista Armando Nigro con il quadro dal titolo “Fantasticando”, opera eseguita con tecnica mista matita e colori ad olio che è riuscito a dare alla bimba rappresentata con le sue bambole un aspetto tridimensionale che ha trasmesso emozioni che solo le “Anime senza peso” possono dare.

La mostra collettiva, nella settimana dedicata alla donna, è stata anche l’occasione per ricordare la figura di Christiane Reimann che con la sua forte personalità è stata parte attiva di quel grande movimento femminista che ai primi del novecento ha dato l’avvio all’emancipazione della donna. A lei è stata dedicata la collettiva che, con un filo sottile, si collega alla mostra delle bambole tenutasi a Villa Reimann nel gennaio scorso e che si collegherà ad una successiva mostra che l’artista Santina Laura Alessi ha in animo di organizzare per unire idealmente Siracusa e la città di Floridia, luogo del confino coatto a cui è stata sottoposta la Reimann dal passato regime fascista.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: