ULTIM'ORA

Siracusa: un ispettore contro la maleducazione ambientale in città. Prevenzione, vigilanza, controllo per il decoro urbano e il benessere cittadino


Spazzatura Siracusa Times  (4)

immagine di repertorio

News Siracusa: prevenire e monitorare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, e altri episodi di inciviltà nel capoluogo aretuseo. In arrivo un’ispettore ambientale comunale volontario, deliberato dalla Giunta Cittadina nei giorni scorsi.

E’ stato trasmesso oggi al Consiglio comunale, per l’approvazione, il Regolamento per l’istituzione della figura di questo ispettore che interverrà contro i cattivi comportamenti che pesano gravemente sul decoro della città e rappresentano costi che gravano su tutta la cittadinanza. Il sindaco Giancarlo Garozzo si esperime fiducioso, nei confronti dell’isituzione di un ispettore ambientale: “abbiamo pensato ad una figura che possa contribuire operativamente nelle attività di prevenzione, vigilanza e controllo del corretto conferimento; ed in quelle di gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti, nonché del rispetto delle disposizioni in tema di igiene e decoro urbano”.
Garozzo Siracusa Times

Giancarlo Garozzo

“Quello di “Ispettorato ambientale comunale” – aggiunge Garozzoè un servizio volontario non retribuito che, nel solco di altre iniziative approvate da questa Amministrazione, mira a rendere partecipi i siracusani in quelle attività che contribuiscono a migliorare il benessere cittadino che non può prescindere dal diritto di vivere in una città pulita”.

“Per trarre i benefici dalle attività degli Ispettori Ambientali Volontari è necessario che a monte sia prevista un’adeguata formazione degli addetti – spiega il primo cittadino aretuseo – con un’ottima comunicazione rivolta all’utenza per assicurare soprattutto un costantecoordinamento del servizio da parte delle istituzioni.
Infatti, fermo restando le competenze della Polizia Municipale ed Ambientale per le attività connesse conl’accertamento e la contestazione delle violazioni oggetto del Regolamento – conclude Garozzo –  anche gli Ispettori volontari, che dovranno essere in possesso di specifici requisiti e di adeguata formazione, potranno quindi svolgere attività di vigilanza e di controllo”.
© Riproduzione riservata


Articoli correlati: