ULTIM'ORA

Siracusa, turismo selavaggio in Ortigia: appello all’amministrazione contro gli eccessi e gli abusi


giostra

immagine di repertorio

News Siracusa: “Ora è ufficiale: il Far West di Ortigia fa scappare i turisti”. Il direttore dell’Hotel Des Etrangers ha pubblicamente denunciato, tre giorni fa, il “frastuono, gli schiamazzi e la musica ad altissimo volume che causano pessime recensioni e danno incalcolabile” con turisti che “dopo una nottata di proteste vogliono solo andarsene”. Lo rivela il gruppo di cittadini (Giuseppe Ansaldi, Roberto De Benedictis, Giuseppe Giliberti, Corrado Giuliano, Salvo Salerno) che nelle settimane scorse ha promosso un appello, firmato da oltre 400 tra siracusani e non, contro il “turismo selvaggio” in Ortigia.

“Solo chi non voleva capire poteva continuare a dire che il Far West in cui Ortigia è precipitata fa bene al turismo – afferma il gruppo di  cittadini in questione – ma l’esperienza del Des Etrangers dimostra che è vero il contrario: questo caos uccide anche il turismo. Ed è esattamente quello che aveva detto una settimana fa anche un ristoratore storico di Ortigia, denunciando l’assenza di controlli che non consente agli operatori sani di competere con chi non rispetta le regole”, finendo per distruggere l’offerta turistica di qualità”.

“Noi, nel nostro appello contro il Luna Park di Ortigia, abbiamo sostenuto le medesime cose. Perché, lo ribadiamo, non siamo contro la musica né contro gli spazi di ristoro all’aperto ma contro gli eccessi e gli abusi di tutto questo che, nella quasi totale assenza di governo da parte di chi ne ha la responsabilità, finisce per rendere inabitabile il nostro centro storico e uccidere la stessa potenzialità di sviluppo economico che Ortigia può offrire. Tutto questo, ha infatti dichiarato ancora il direttore del Des Etrangers, causa il “disagio e incredulità dei nostri ospiti di tutte le nazionalità che, sconvolti, trovano inconcepibile che Ortigia venga snaturata riducendola a discoteca a cielo aperto”.

“Alla amministrazione comunale – concludono i promotori dell’appello – torniamo perciò a chiedere per l’ennesima volta di dire chiaramente che cosa intende fare. Se lasciare tutto com’è o quali interventi vuole mettere in campo per far sì che la prossima stagione non veda “ospiti di tutte le nazionalità che sconvolti da quanto accade – sono ancora le parole del direttore del Des Etrangers – trovano inconcepibile che una località unica come Ortigia vcenga snaturata, riducendola a discoteca a cielo aperto”.giostr

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: