ULTIM'ORA

Siracusa: Troia e Foti intervengono sulle opere pubbliche


foti troia siracusa times

News Siracusa: “l’Amministrazione è attenta alle dinamiche dei finanziamenti pubblici, anzi sin dal suo insediamento lavora per intercettare quanti più fondi possibili messi a disposizione degli enti locali attraverso bandi a livello regionale, nazionale e comunitario. Respingiamo quindi le accuse di immobilismo che troviamo assolutamente fuori luogo”: lo dichiara Valeria Troia, assessore alle Politiche scolastiche in merito ad alcune dichiarazioni rese alla stampa dall’Ance di Siracusa.

L’assessore entra nel merito della vicenda: “è vero il contrario– dichiara – visto che per interventi su edifici scolastici esistono quattro finanziamenti di circa 1,5 milioni di euro per tre edifici ed i progetti stanno per essere mandati in gara. Nel dettaglio due progetti, rispettivamente di 731mila e 328mila euro, riguardano la messa in sicurezza della scuola di via dei Mergulensi; 328mila euro per la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico della “Lombardo Radice”; e 150mila euro per la messa in sicurezza della “Raiti”. Ed ancora stiamo monitorando un bando Inail mirato e a fondo perduto, che ci darebbe la possibilità di realizzare un istituto comprensivo altamente tecnologico, altro che ospitare le scuole nei prefabbricati. Voglio ricordare, infine, come il Miur abbia imposto agli enti locali l’istituzione dell’“Anagrafe scolastica”, un registro degli edifici scolastici per avere una sorta di fotografia del patrimonio esistente. Come Amministrazione stiamo lavorando per la creazione di un “team dedicato” che possa concludere questo lavoro prima possibile per poi passare alla fase progettuale e di ricerca dei finanziamenti“. L’assessore conclude ricordando il prossimo avvio dei lavori della scuola di via Temistocle, recentemente aggiudicati.

Sull’argomento interviene anche Alfredo Foti, assessore ai Lavori pubblici, Alfredo Foti: “si parla ancora di lavori per adeguare la scuola di via Algeri a sede della Polizia municipale, dimenticando che quei fondi sono stati dalla Giunta rimodulati e dalla Cassa depositi e prestiti autorizzati per la costruzione della bretella di Targia, la cui gara sarà celebrata il prossimo 7 settembre”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: