ULTIM'ORA

Siracusa: trasferimento dei lavoratori di Eurocall Srl. SLC CGIL “dietro si cela un licenziamento annunciato”


index

News Siracusa:  Eurocall S.r.l., società attiva da alcuni anni, con un centinaio di risorse al suo attivo ha informato le OO.SS. che per “…Un mercato fortemente interessato da una situazione d’incertezza circa i volumi delle attività che vengono commissionate dai clienti …”dovrà trasferire le lavoratrici e i lavoratori presso le unità produttive di Catania o Enna.

Questa operatività che l’Azienda vorrebbe adottare per SLC CGIL Siracusacela con il “falso“ trasferimento un licenziamento annunciato. Il chiarimento di questo pensiero non è cervellotico, di fatto, quanti saranno le lavoratrici o i lavoratori che con un salario di 800/900 euro mensili saranno nelle condizioni di viaggiare tutti i giorni da Siracusa per Catania o addirittura Enna andata e ritorno e mantenere un accettabile tenore di vita???  Oggi tra le fila degli occupati nei Call Center troviamo, sì, giovani alle prime esperienze lavorative ma anche chi sbarca il lunario, e di questo MESTIERE ne fa, e ne ha fatto, una ragione di vita. Le cento risorse produttive innescano un indotto di almeno trecento persone e in una provincia come quella di Siracusa dove il LAVORO non si trova certo dietro l’angolo crea con questa richiesta di trasferimento un devastante TERREMOTO tra i lavoratori…e le loro famiglie”.

Slc Cgil Siracusa si è resa disponibile, per il 10 novembre, a un incontro con la parte imprenditoriale per i chiarimenti e le determinazioni del caso.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: