ULTIM'ORA

Siracusa: torna a riunirsi oggi, alle ore 19, il Consiglio Comunale


consiglioNews Siracusa: torna in aula alle 19 il Consiglio comunale in seconda convocazione dopo che ieri, al momento della votazione della delibera di declaratoria delle vie Teti, Eumenidi e delle Muse, ricadenti a Cassibile, come “strade comunali soggette a pubblico transito”, è caduto il numero legale.

Ad illustrare la delibera, che riguarda le uniche arterie che collegano Cassibile con Fontane Bianche, era stato l’ingegnere capo Natale Borgione. Unico intervento quello del consigliere Giuseppe Casella che aveva invitato l’Amministrazione ad ottenere dall’Anas la cessione di via Nazionale, nell’ambito di una più complessiva attività di miglioramento della viabilità di Cassibile.

Tra i punti approvati la modifica del Regolamento comunale di contabilità nella parte riguardante i debiti fuori bilancio, in particolare il comma 2 dell’articolo 45 che prevedeva misure adeguate per il loro riconoscimento in tempi rapidi, al fine di evitare danni connessi ad eventuali ritardi. Questo a seguito dei rilievi della Corte dei Conti che, come ha relazionato in aula il Ragioniere capo Giorgio Giannì, con sua deliberazione ha ritenuto la norma regolamentare del Comune non in linea con la normativa e gli orientamenti espressi in numerose sentenze. Tra le conseguenze che ne derivano l’indicazione al Consiglio comunle a procedere senza indugio a riconoscere i debiti da sentenza, a pena di responsabilità per il maturare di accessori di legge a carico del Comune. Su richiesta del consigliere Burti, Giannì ha impegnato gli uffici all’immediata trasmissione al Consiglio di tutta la documentazione riguardante le future sentenze di riconoscimento di debiti fuori bilancio. Il punto è stato approvato all’unanimità.

Approvata, sempre all’unanimità, e resa immediatamente esecutiva la delibera di integrazione del Programma triennale delle opere pubbliche con l’inserimento dei tre progetti approvati con i fondi europei “Poi Energia” finalizzati ad aumentare la quota di energia consumata derivante da fonti rinnovabili ed a migliorare l’efficienza energetica. I progetti, illustrati dall’Ingegnere capo Borgione, prevedono l’installazione di un impianto da 800kW di pannelli fotovoltaici nel parcheggio di arroccamento in prossimita del Tribunale, per un importo di 3.156.848,15 euro; la sostituzione in tutta Ortigia delle attuali lampade con altre a tecnologia Led o superiore e l’installazione di un sistema di telecontrollo, nonché la copertura WI-FI, per un importo di 3.291.895,10 euro; il terzo, infine, prevede la sostituzione di tutte le lampade semaforiche con lampade a tecnologia Led, l’installazione di centraline semaforiche e di spire virtuali a tecnologia video, posizionate nelle 11 intersezioni a più alto traffico per un importo di 1.199.006,21 euro.

Sul punto riguardante l’approvazione di variante non sostanziale delle “Norme tecniche di attuazione destinate all’edilizia popolare con la previsione di una quota pari al 30% da destinare a lottizzazione privata” si è articolato un dibattito d’aula dopo che il consigliere Pappalardo, a nome della Commissione Urbanistica, aveva chiesto il rinvio della trattazione per un ulteriore approfondimento, essendo la stessa in contrasto con la bozza delle linee guida del nuovo Prg. Nel dibattito sono intervenuti i consiglieri Castagnino, Sorbello, Vinci, Firenze ed il Sindaco che ha definito la proposta “Superata di fatto dalle linee guida del nuovo Prg”.
La proposta del ritiro della delibera, della quale il dirigente del settore Emanuele Fortunato ha ritirato in aula la regolarità tecnica, è stata approvata a maggioranza.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: