ULTIM'ORA

Siracusa, Timmermans al Teatro Greco: “il popolo italiano possiede umanità e valori incredibili”


timmermans - siracusatimesNews Siracusa: la città al centro dell’Europa per affrontare i temi di immigrazione e accoglienza, si perchè la Sicilia ne è il simbolo, come sostiene il Vice Presidente della Regione Siciliana Mariella Lo Bello, a cui è stato proposto un incontro a Bruxelles sul tema dei minori non accompagnati. Si è tenuto ieri sera, al Teatro Greco, l’evento “Dialogo con i cittadini”, un ciclo di incontri voluto dal presidente Jean-Claude Juncker per “promuovere il dialogo con i cittadini europei, illustrare e chiarire il programma comune, essere aperti a nuove idee e collaborare con tutti gli interlocutori” (leggi qui). Tra gli ospiti della suggestiva e affascinante cornice aretusea il primo vicepresidente della Commissione europea, Frans Timmermans, insieme al sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo e dal governatore della Sicilia Rosario Crocetta. A moderare l’evento il noto giornalista Beppe Severgnini. Timmermans, ha constatato come la comunità siciliana viva e affronti il problema dell’immigrazione, divenuta negli ultimi anni una vera e propria emergenza che coinvolge l’intera Europa.

Presenti all’iniziativa anche il Sindaco di Siracusa e gli europarlamentari Chinnici e Giuffrida,Timmermans ha spiegato, in perfetto italiano, le ragioni che lo hanno spinto a volere Siracusa al centro di questo evento. Dopo il saluto di benvenuto del sindaco di Siracusa Gorozzo e l’introduzione del Vice premier, ha preso la parola il Vice Presidente della Regione Siciliana Lo Bello, che ha subito spiegato le motivazioni dell’assenza del presidente Crocetta, dovuta a impegni istituzionali precedentemente assunti, che non è riuscito a differire.

“Questa isola – ha affermato Mariella Lo Bello – ha fatto dell’accoglienza, da sempre, un suo modo di confrontarsi con lo straniero, è una regione abituata, anche nel passato, a trasformare le invasioni in accoglienze e,  a maggior ragione, lo fa adesso che nessuno ci invade ma arrivano uomini, donne e bambini in fuga dalla guerra e dalla povertà.  Un’isola -ha continuato – in cui Lampedusa, ma anche Augusta rappresentano un porto sicuro per una emergenza umanitaria di fronte alla quale i siciliani non si tirano indietro, ma  ne fanno motivo di orgoglio, ha sottolineato, e che per questo abbisognano  sempre più dell’ Europa.  Bisogna che si ponga grande attenzione  -ha evidenziato – alle difficoltà che derivano dai numeri degli sbarchi  di uomini donne e bambini giunti sulla nostra isola e che generano costi, sostenuti dalla Regione Siciliana. Basti pensare – ha chiarito il Vice Presidente Lo Bello- che  per la sanità dell’accoglienza , nel 2015  abbiamo impiegato 4.200.000 euro, un costo straordinario. Ma anche il soccorso da Lampedusa ci ha imposto – ha evidenziato- dei costi imprevisti e maggiori . Infatti per i voli effettuati che sono stati 154 nel 2015 abbiamo impiegato un totale 3 milioni e 100 mila euro euro;  nel 2016 siamo a 50 voli con un costo di 1.milione e100.mila euro. Questi ha affermato con fermezza il Vice Presidente Lo Bello, sono numeri che rivendicano un’attenzione particolare da parte dell’ Europa”

Mariella Lo Bello ha anche sollecitato Timmermans rispetto al documento firmato dal Presidente Crocetta unitamente al Presidente  della regione Attika della Grecia. ” Si tratta – ha detto –  di due realtà territoriali che vivono la realtà degli sbarchi e dei bisogni di chi arriva convivendo con delle problematiche contenute in un documento che  nella qualità di presidente della commissione immigrazione presso la conferenza delle regioni, consegnato a Timmermans . Le affermazioni e le istanze del Vice Presidente Lo Bello hanno trovato il pieno sostegno anche dell’ eurodeputato Chinnici anche alla luce dei suoi trascorsi come magistrato, e dell’ On Giuffrida. Quest’ultima ha ribadito come la comunicazione debba dare una mano per sconfiggere quel sentimento di paura che pervade soprattutto nei momenti di fragilità economica.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: