ULTIM'ORA

Siracusa, Tari 2015: Sorbello “sacrifici economici pesanti in un lasso di tempo troppo ristretto”


SorbelloNews  Siracusa: le scadenze indette per il pagamento dell’imposta Tari, in distribuzione in questi giorni (leggi qui), risultano eccessivamente ravvicinate e particolarmente impegnative per i cittadini. Sulla vicenda è intervenuto il consigliere comunale di Progetto Siracusa Salvo Sorbello, che richiede l’immediata revisione delle scadenze per il pagamento della tassa sulla raccolta dei rifiuti.

“Le famiglie e le imprese siracusane – afferma Sorbello, che è anche consigliere nazionale dell’Associazione dei Comuni – sono travolte da un vero ingorgo di imposte, tasse e balzelli vari. Nell’attesa che si chiarisca la vicenda Tasi, è impensabile che in pochi mesi si debbano pagare importi molto cospicui per la Tari, con scadenze addirittura mensili”.

“Si provveda quindi – chiede il consigliere comunale – a dilazionare le rate della Tari, spostandone qualcuna al 2016, come già hanno fatto numerosi Comuni italiani. Anche perché non si conosce ancora l’importo della quarta rata a conguaglio, che sarà inviata in seguito e verrà conteggiata sulla base dei calcoli scaturenti dal Piano Economico Finanziario 2015, che l’Amministrazione non ha ancora neppure presentato, mentre è già stata fissata la scadenza del 16 dicembre 2015″.

“A fronte di un servizio inefficiente, di una raccolta differenziata sbandierata e mai partita – conclude Salvo Sorbello non è possibile chiedere alle famiglie ed alle imprese sacrifici economici così pesanti ed in un lasso di tempo troppo ristretto”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: