ULTIM'ORA

Siracusa, Studenti in piazza contro la Buona Scuola: “vogliamo far sentire la voce di una generazione precaria”


studenti_sciopero_nazionale_7_ottobre_2016__-siracusatimesNews Siracusa:Lavoro, di Inclusione e Integrazione, di Welfare, del persistente divario tra Nord e Sud del Paese e vogliamo parlarne come cittadini europei, mettendo al centro i bisogni delle persone. Crediamo che la risposta alle diseguaglianze possa essere soltanto l’affermazione di nuovi diritti e lo rivendicheremo con forza”. Sono queste le parole di una generazione precaria, studenti siracusani che oggi si sono uniti nella mobilitazione nazionale. Una marcia che è iniziata da piazzale Marconi per arrivare a piazza Archimede. La manifestazione nazionale è della Rete degli Studenti medi. “Le rivendicazioni riguardano in primis – spiegano dalla sezione di Siracusa – edilizia scolastica,welfare, lavoro, referendum,integrazione e sud. Parteciperanno altre associazioni con ogni anno lavoriamo”.

“Nel nostro Paese, nelle nostre città, le diseguaglianze aumentano e le risposte, al contrario, stentano ad arrivare favorendo l’affermarsi di un pensiero che vede nell’esclusione dei più deboli la soluzione.Gli studenti, i giovani, sono la categoria che più di tutti subisce questa situazione: immaginiamo un futuro a cui troppo spesso si affiancano le parole incertezza e precarietà.
È perciò per noi fondamentale – conclude la Rete degli Studenti Medi -, provare a raccontare una generazione, la nostra, partendo dalle scuole, dalle classi, dalle voci degli studenti, per riuscire rendere i problemi individuali vere rivendicazioni collettive”

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: