ULTIM'ORA

Siracusa, stop al servizio Asacom per studenti disabili. Sorbello: “per le decisioni sbagliate non devono pagare i più deboli”


disabili-scuolaNews Siracusa: interrotto il servizio di assistenza all’autonomia e alla comunicazione per i ragazzi con disabilità che frequentano le scuole superiori del territorio.  “Non è possibile che i primi ad essere pesantemente penalizzati da decisioni sbagliate, adottate senza tenere conto della situazione effettiva, siano le persone più fragili: disabili e precari”. Così interviene il consigliere Salvo Sorbello, che prosegue: “chiediamo al Libero Consorzio, che ha sostituito la Provincia, di tornare indietro sulla decisione di interrompere, a partire da lunedì prossimo, nel periodo cruciale dell’anno scolastico, il servizio di assistenza all’autonomia e alla comunicazione per tanti ragazzi con disabilità che frequentano le nostre scuole”.

“Si faccia tutto il possibile per impedire che ad essere tagliati per primi siano i rami bassi: se potatura ci deve essere, si cominci piuttosto da quelli che stanno più in alto”.

“Sono stati strombazzati finanziamenti regionali che dovevano avere come priorità la disabilità e i servizi ad essa connessi, quali l’assistenza scolastica da garantire in tutti gli istituti superiori frequentati da studenti con particolari disabilità sensoriali e motorie. E invece il servizio è stato garantito fino ad oggi solo dall’encomiabile senso di responsabilità delle cooperative sociali e degli operatori, che da mesi non percepiscono stipendio ma consapevoli, almeno loro, della necessità di assicurare l’assistenza ai disabili”.

“Le famiglie di persone con disabilità si trovano in questa provincia a dover affrontare, forse più che altrove, problemi quotidiani gravosissimi, anche a causa di tanti enti locali che non hanno voluto regolamentare i servizi. Si eviti – conclude Sorbello –  con buona volontà e massimo impegno, di aggiungerne altri”.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: