ULTIM'ORA

Siracusa. Stabilizzati gli oltre cinquecento co.co.co presenti nelle scuole siciliane


Siracusa.  Le manifestazioni indette dalla Cgil e del Nidil a livello nazionale, partite anche dalla città di Siracusa in cui si registra la presenza oltre 150 collaboratori coordinati e continuativi i cosiddetti co.co.co, che hanno fatto presa sull’aspetto economico, hanno ottenuto di fatto gli effetti sperati.

«E’ evidente che la protesta a difesa dei diritti dei lavoratori abbia dato i suoi frutti», queste le parole del segretario generale della Cgil di Siracusa, Roberto Alosi e del coordinatore provinciale del Nidil Pippo Leone, dopo la notizia circa l’approvazione da parte della Camera dei deputati dell’emendamento che stabilizza i circa 500 (950 in tutta Italia) lavoratori co.co.co  che svolgono funzioni ausiliare e tecnico – amministrative nelle scuole siciliane.

«L’emendamento – hanno ricordato Alosi e Leone – era scomparso in Senato, ma è stato ripristinato nel passaggio alla Camera della legge di stabilità, nell’ambito di un maxiemendamento. E tutto ciò è da ricollegare alle pressioni del sindacato, con le manifestazioni indette da Cgil e Nidil a livello nazionale, e partite da Siracusa, città in cui c’è il maggior numero di co.co.co (oltre 150). Una serie di manifestazioni con cui abbiamo fatto leva anche sull’aspetto economico della vertenza, mettendo in rilievo come la stabilizzazione non avrebbe comportato allo Stato una spesa maggiore».

«Insomma –  hanno concluso Alosi e Leone – dopo 20 anni di precariato, finalmente si raggiunge la stabilizzazione del rapporto di lavoro»

 

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: