ULTIM'ORA

Siracusa, spazzatura a Ortigia. Gaetano Penna: “spettacolo indecoroso”


rifiuti

News Siracusa: “in questi giorni Siracusa, ma sopratutto Ortigia, è sommersa dai rifiuti che generano un olezzo nauseabondo da primato. Una condizione che fa il paio con il clamoroso abbandono dei siti archeologici infestati da sterpaglie e zecche tanto da garantire a Siracusa l’appellativo di capitale turistica sporca e puzzolente. Uno spettacolo indecoroso. Non c’ è, da parte dell’amministrazione comunale, sufficiente vigilanza, sia nei confronti dei cittadini che dei ristoratori i quali conferiscono i rifiuti in orari impropri con l’aggravante, in alcuni casi, dell’inopportuna presenza anche di rifiuti speciali”: a commentare è il segretario di Evoluzione Civica, Gaetano Penna.

“E così, mentre il sindaco Garozzo si congratula per l’eccellente lavoro svolto dal prefetto Gradone che ha permesso la riapertura della discarica di Lentini, l’Assessore comunale alle Politiche ambientali lascia che la città di Archimede venga sommersa dai rifiuti. Una vergogna! L’azione amministrativa di questa giunta è pari al nulla. Il sistema di raccolta differenziata è talmente inefficiente che in buona sostanza i risultati sono quasi pari allo zero. Tutto ciò a discapito delle tasche dei cittadini con le continue proroghe all’IGM e risultati che sono al di sotto della mediocrità”.

“Ci chiediamo, a questo punto, se l’attuale Amministrazione abbia la capacità cognitiva nonchè giuridica per capire che è avulsa dal tessuto sociale siracusano. A parer nostro, il sindaco Garozzo e la sua giunta hanno scritto la pagina piu oscura della storia politica di Siracusa, facendo naufragare qualsiasi progetto sociale, culturale che infrastrutturale. Da tre anni a Siracusa è vietato pensare! Il Sindaco e la sua giunta, responsabili della condizione igenico-sanitaria della città, dovrebbero dimettersi. Non per le vicende giudiziarie che stanno comunque sfregiando l’immagine di Siracusa, ma per l’inettitudine quotidiana dimostrata nell’amministrare la cosa pubblica”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: