ULTIM'ORA

Siracusa. Sorbello interroga l’Amministrazione: “294 determine dirigenziali non pubblicate tempestivamente”


SorbelloNews Siracusa: solo nel corso del 2015 ben 294 determine dirigenziali, tutte relative al settore delle Politiche sociali, non pubblicate all’Albo pretorio del Comune di Siracusa. A denunciare la vicenda è il consigliere comunale di Progetto Siracusa, Salvo Sorbello che interroga l’Amministrazione per comprendere le ragioni di tale dimenticanza.

“Il contenuto di molte di queste determine – dichiara Salvo Sorbello che per legge dovevano obbligatoriamente essere pubblicate entro sette giorni dalla loro emanazione per consentire di essere conosciute da tutti, è a oggi invece sconosciuto a chiunque, consigliere comunale o cittadino. Viene così meno il presupposto minimo ed essenziale di un’azione amministrativa che deve essere fondata sulla massima trasparenza. Invece, a distanza di un anno, non si conosce, neppure per sintesi, il contenuto di tante determine dirigenziali di un settore decisivo e delicato per la vita dei siracusani come quello delle politiche sociali, che comprende gli asili nido, l’assistenza ai disabili, agli anziani, ai minori e ad altre persone fragili”.

“Mentre il governo – prosegue il consigliere comunale di Progetto Siracusa – proprio in questi giorni emana nuove disposizioni per assicurare una trasparenza a tutto tondo, garantendo il rilascio dei documenti in forma gratuita ed entro 30 giorni dalla richiesta, a Siracusa, che doveva essere una casa di vetro, viene rigettata la richiesta di istituire una commissione d’indagine su asili nido e refezione scolastica e allo stesso tempo non vengono incredibilmente pubblicate 294 determine relative al solo anno 2015″.

“Il sottoscritto – conclude Sorbello chiede quindi di avere copia delle determine non pubblicate secondo la legge e dell’elenco di tutte le determine adottate dal settore dei servizi sociali dal settembre del 2013 ad oggi con gli estremi della loro avvenuta pubblicazione. Chiede inoltre se queste determine abbiano già prodotto effetti e che della vicenda venga investito il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: