ULTIM'ORA

Siracusa. Soppresso collegamento Ast per Fontane Bianche, Fratelli d’Italia An: “zone balneari abbandonate”


spiagge-di-fontane-bianche - siracusatimesNews Siracusa: “purtroppo dobbiamo prendere atto e constatare che l’amministrazione è brava solo a pretendere il pagamento della tassa di soggiorno dagli Ospiti delle strutture alberghiere periferiche e balneari che non usufruiscono in alcun modo dei servizi che dovrebbero essere lo scopo di tale imposta che di turistico non ha nulla – dichiara Alessandro Spadaro, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia An di Siracusa – . Abbiamo appreso dalle strutture alberghiere che le linee 21 e 22 dell’Ast sono state “momentaneamente soppresse” da ieri e che, quindi, non c’è nessun collegamento giornaliero garantito tra Fontane Bianche e Siracusa”.

“La disinvoltura con cui la giunta Garozzo ignora i problemi della città è allarmante e disarmante. Invitiamo l’amministrazione a destinare immediatamente una delle navette utilizzate in città per garantire il collegamento su strada con Fontane Bianche. Non ci raccontino la farsa che è attivo il collegamento con il trenino locale perché, per la frequenza di corse e per la distanza tra il viale dei Lidi, nel quale ci sono parecchie fermate Ast, e lo scalo di Fontane Bianche – prosegue Spadaro – non è un servizio assimilabile a quello “momentaneamente soppresso”.

“Fratelli d’Italia-An continuerà ad opporsi a questa amministrazione perché è inadeguata alle esigenze di Siracusa e si impegna solo a fare cassa sulla pelle dei cittadini e dei turisti. E’ penoso il trattamento riservato alle zone balneari che sono il bancomat dell’amministrazione e totalmente abbandonate. La misura è colma – conclude Spadaro – e insieme agli operatori di Fontane Bianche intraprenderemo tutte le azioni necessarie per tutelare i diritti negati da questa amministrazione”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: