ULTIM'ORA

Siracusa. Socosi e Util Service, domani scade la proroga. Gugliotta: “gara fallimentare”


Gugliotta Siracusa times

Stefano Gugliotta, segretario generale Filcams CGIL Siracusa

News Siracusa: fissata a domani la scadenza dell’ennesima proroga per Socosi e Util Service, imprese gestenti l’ufficio tributi di via De Caprio, i servizi generali e le navette elettriche per il Comune di Siracusa.

La decisione del Tar di Catania, adito dal consorzio Ciclat – Util service contro la decisione del Comune di Siracusa di procedere all’assegnazione in via provvisoria al consorzio GSA Europromos, si fa ancora attendere nonostante fosse già prevista per la fine del mese di febbraio.

Allo stato attuale, il Comune di Siracusa dovrebbe comunque procedere con un’ulteriore proroga, tenendo conto della recente decisione del Tar che, esprimendosi sulla gara dell’igiene urbana, ha stabilito l’impossibilità del Comune di ridurre in sede di proroga il servizio in appalto.

“Questa gara – dichiara il segretario Filcams CGIL Siracusa, Stefano Gugliottanata malamente con un unico bando che accorpa i servizi generali e l’Ufficio Tributi, rimarca il celebre film “la storia infinita”, e ciò nonostante i 15 lavoratori ex Socosi licenziati da oltre un anno aspettano una risposta occupazionale che non arriva, ed i 4 lavoratori ex lsu già affidati al consorzio Prosat sono da tre anni senza alcun ammortizzatore sociale. L’ennesima proroga dovrà tener conto che in un caso o nell’altro, sarà molto arduo poter procedere al cambio di appalto, infatti non va dimenticato, che già la base d’asta si attesta con un -21% rispetto all’attuale budget, e pertanto nel caso di aggiudicazione di GSA Europromos bisognerà sommare detto 21% al 27,40% del ribasso d’asta. Sarà impossibile, a meno di consistenti rimesse da parte del Comune, poter concordare un simile ribasso mantenendo il salario dei lavoratori oltre che prevedere l’inserimento in gara dei 19 ex LSU che attendono una soluzione alla loro disperazione”.

“Il Sindaco Garozzo – conclude Gugliotta prenda atto e proceda in autotutela all’annullamento di questa gara che si profila come un fallimento su tutti i fronti, sia in termini economici che in termini di realizzabilità. Nelle more proceda immediatamente ad inserire le risorse finanziarie già in fase di proroga, per l’assunzione dei 19 ex LSU che non possono attendere senza alcun ammortizzatore sociale le sorti di una gara che difficilmente potrà traguardare una soluzione”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: