ULTIM'ORA

Siracusa: Simona Princiotta dice “no” all’aumento della Tasi


Simona Princiotta Siracusa TimesNews Siracusa: Torna a parlare la consigliera Simona Princiotta in merito alla questione legata all’aumento della Tasi.

La sensazione di essere sotto regime monarchico è forte più che mai. E’ sconvolgente che un consigliere comunale – afferma Simona Princiottaapprenda dai giornali che l’amministrazione attiva ha deciso di fare un ennesimo prelievo dalle tasche dei siracusani aumentando la Tasi senza che questo provvedimento sia prima passato dalle commissioni di competenza o che sia stato svolto un incontro con i consiglieri per discutere altre possibili soluzioni”.

Questa amministrazione – prosegue la consigliera del Pd – deve abbandonare l’idea che le famiglie siracusane debbano continuare a essere i finanziatori di una cattiva gestione economica delle casse comunali. Esiste una nota dei revisori dei conti che appena insediati invitano l’amministrazione a razionalizzare i costi. La razionalizzazione dei costi, però, non può essere fatta eliminando servizi essenziali per la città come gli asili nido o l’assistenza ai bambini autistici e non può essere fatta prelevando dalle tasche dei siracusani aumentando le tasse”.

La razionalizzazione dei costi va fatta – afferma la Princiotta – eliminando le spese superflue quali: le decine di consulenze esterne concesse dal Sindaco, eliminando il costo del direttore generale che hanno pochissimi comuni in Italia, eliminando le spese della promozione dell’ingegnere capo, evitando di continuare a concedere patrocini onerosi anche per progetti totalmente superflui. L’assessore al bilancio, Gianluca Scrofani, non poteva e non può permettersi di fare un ennesimo prelievo dalle tasche dei siracusani senza prima acquisire il parere dei consiglieri comunali e delle commissioni competenti”.

Annuncio già il mio voto negativo in alula – conclude Simona Princiotta – perché fino a quanto questa amministrazione continuerà a fare un cattivo uso delle risorse economiche del comune, non voterò mai un aumento delle tasse”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: