ULTIM'ORA

Siracusa: siglato il protocollo d’intesa tra la Dtl e il Comitato Paritetico Territoriale per la prevenzione infortuni, igiene in ambito lavorativo nel settore edile


Logo-Fillea-Cgil siracusa timesNews Siracusa: siglato oggi il protocollo d’intesa in tema di salute e sicurezza sul lavoro nel settore edile tra la direzione territoriale del lavoro di Siracusa (Dtl), rappresentata dal responsabile del servizio Antonio Mazzaglia, ed il comitato paritetico territoriale per la prevenzione infortuni, l’igiene e l’ambiente di lavoro della provincia di Siracusa, rappresentato dal presidente Salvatore Calleri e dal vicepresidente Salvatore Carnevale.

Il protocollo richiama:

  • le indicazioni delle parti sociali nazionali (Ance e Fenal/Uil, Filca/Cisl e FIllea/Cgil) che nel contratto collettivo nazionale di lavoro auspicano a livello territoriale la massima sinergia tra Dtl, Asl, Inps, Inail ed Enti bilaterali per la definizione di percorsi prevenzionali d’intervento nell’ambito dei cantieri edili delle singole provincie;
  • il protocollo d’intesa in materia di asseverazione dei modelli di organizzazione gestione della sicurezza di cui all’art. 30 del D.Lgs. 81/08, siglato in data 12 novembre 2014 tra ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Cncpt – Commissione Nazionale Paritetica per la prevenzione infortuni, l’igiene e l’ambiente di lavoro.

Le parti sottoscriventi, richiamati i rispettivi ruoli operativi e fermo restando la distinzione tra l’impegno informativo, formativo e di supporto tecnico del Cpt e quello della vigilanza antinfortunistica della Dtl, hanno ritenuto opportuno dare luogo ad una collaborazione tecnico-scientifica stabile finalizzata all’attuazione di una comune attività di prevenzione contro gli infortuni sul lavoro attraverso azioni sinergiche e coordinate.

Tra le attività che Cpt e Dtl si propongono di realizzare, ci sono:

  • promozione della prevenzione della salute e sicurezza in edilizia attraverso l’erogazione di seminari di approfondimento tecnico e di aggiornamento normativo;
  • sessioni formative ed informative rivolte ai lavoratori delle imprese edili finalizzate a favorire comportamenti lavorativi eticamente corretti;
  • campagne di sensibilizzazione in materia di sicurezza sul lavoro in edilizia da erogare anche in ambito scolastico;
  • formazione specialistica finalizzata a favorire l’applicazione corretta da parte delle imprese e dei committenti, per quanto di competenza, delle misure di prevenzione e protezione in attività caratterizzate da elevata complessità organizzativa;
  • azioni mirate a favorire l’adozione e l’efficace attuazione da parte delle imprese dei modelli di organizzazione e gestione della sicurezza (Mog) di cui all’art. 30 del D.Lgs. 81/08, quale strumento idoneo al controllo di rischi aziendali e migliorativo rispetto a quanto di cogente previsto dalla norma;
  • Scambio d’informazioni e dati statistici sulle criticità in materia di sicurezza maggiormente riscontrate nei cantieri edili della provincia.

“Il protocollo deve servire a creare sinergie e collaborazioni, tra gli enti preposti, per aggredire ,isolare ed allontanare il fenomeno diffuso dell’illegalità e del lavoro nero in edilizia in questo territorio. Se riusciremo a tradurre in azioni concrete sul campo, quanto scritto sul protocollo, avremo fatto un ottimo servizio alle imprese sane e ai lavoratori edili – dichiara Salvo Carnevale, Segretario provinciale della FILLEA-CGIL Siracusa, co-firmatario  per la presidenza CPT. La sfida è quella di passare dalle dichiarazioni d’intentio ai fatti. Siamo ostinati e ce la faremo a migliorare la qualità del lavoro edile!”. 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: