ULTIM'ORA

Siracusa. Si terrà lunedì l’Esposizione del pane di San Giuseppe presso l’Istituto “Federico II di Svevia”. Suggestivo incontro con le tradizioni della Sicilia Occidentale


pane festa di san giuseppe siracusa times

Festa di San Giuseppe

News Siracusa: si terrà lunedì 16 marzo l’Esposizione del pane di San Giuseppe, proveniente da Chiusa Scalfani, Ribera e Salemi, presso l’Istituto Professionale “Federico II di Svevia”. Il programma prevede il saluto del Dirigente scolastico prof.ssa Rizzo alle ore 16. A seguire la presentazione della mostra e per finire la cerimonia di premiazione.

Chiusa Scalfani, Ribera e Salemi sono dei piccoli centri molto caratteristici situati nella Sicilia orientale. Come di consueto a Chiusa Scalfani, comune in provincia di Palermo, si è soliti onorare la festività di San Giuseppe riunendosi attorno una grande tavola imbandita verso mezzogiorno. A questa tavola prendono parte i poveri, chiamati “santuzzi” poiché simboleggiano S. Giuseppe, la Madonna e il Bambino Gesù. Durante il pasto sono proposti piatti semplici ma molto gustosi come pasta asciutta e mollica abbrustolita e fritture di finocchi selvatici. Dei mortaretti proclamano e contribuiscono ai festeggiamenti. Il pane anche in questa occasione ha un ruolo emblematico e centrale. Dopo la festa veniva buttato a pezzetti fuori di casa al fine di fare cessare i temporali.

Ribera, in provincia di Agrigento, è famosa come città delle arance e luogo di nascita di Francesco Crispi. Qui S. Giuseppe viene onorato a cominciare dalla domenica. Il 18 marzo infatti si può assistere all’entrata dell’alloro. L’alloro viene disposto sulla Straula, struttura di tre metri di altezza circa, rivestita di pani e alloro, condotta per le vie del paese su di un carretto trainato da un cavallo. Anche qui il ruolo del pane è significativo e simboleggia grande abbondanza.

A Salemi, comune dal fascino arabo-medievale in provincia di Trapani, il 19 marzo vengono allestiti altari detti “cene”. Nell’intimità della propria casa di adibisce una stanza per allestire una struttura in legno o in ferro che rappresenti un tempio. Al centro del tempio, ricoperto interamente di ramoscelli d’alloro e di mirto, si collocano piccoli pani detti “cuddureddi”. I piccoli pani realizzati artigianalmente raffigurano animali, piante ed utensili da lavoro.

La scuola, in sinergia con le tradizioni della Sicilia Occidentale, avvicinerà usi e costumi differenti dai nostri ma molto caratteristici sottolineando l’importanza del ruolo di un alimento semplice come il pane che nel cattolicesimo racchiude un senso molto profondo.

spaghetti festa di san giuseppe siracusa times

Spaghetti con mollica – Festa di San Giuseppe

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: