ULTIM'ORA

Siracusa: si è conclusa l’esercitazione Aretusa 2015


_guardia-costiera-

News Siracusa: è stata portata a termine l’esercitazione Aretusa 2015 che ha visto impegnati, nella Baia di Santa Panagia, mezzi aereo navali della Guardia Costiera, della Marina Militare, dei servizi tecnico nautici, della locale concessionaria per i servizi antinquinamento unitamente ad una unità navale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, coordinati dalla Capitaneria di porto di Siracusa.

L’esercitazione ha permesso di verificare le tecniche di intervento e le procedure di comunicazione tra i diversi soggetti intervenuti e l’Autorità coordinatrice. Nel corso della successiva riunione tecnica presieduta dal Capo del Compartimento Marittimo, e alla quale hanno preso parte i rappresentanti delle società di rimorchio portuale Augustea S.p.A., di disinquinamento San Giorgio Mare e Castalia, nonché i Capi dei gruppi ormeggiatori e barcaioli locali unitamente al Capo della Corporazione dei piloti dei porti di Augusta-Siracusa e Pozzallo, si è proceduto ad una attenta analisi dei dati raccolti e delle attività svolte.

Il test effettuato assume particolare rilievo in considerazione delle caratteristiche del litorale siracusano di assoluto pregio e valenza turistica, entro il quale convivono impianti industriali, l’Area Marina protetta del Plemmirio, l’oasi faunistica di Vendicari.

Tale attività è solo una delle diverse e complesse modalità di azione che da sempre vedono la Capitaneria di porto protagonista in prima linea nella lotta agli inquinamenti per la tutela dell’ambiente marino e delle risorse ittiche. Lotta che è anche e soprattutto prevenzione che inizia a terra, con il contrasto all’abusivismo demaniale e al controllo degli scarichi, sia industriali sia degli insediamenti urbani, per estendersi alla verifica delle condizioni di sicurezza delle navi al fine di garantire un trasporto via mare “ecosostenibile”.

Anche a questo mira l’operazione “Mare Sicuro”, avviata anche quest’anno sull’intero territorio nazionale, che, volta specialmente ad una sicura fruizione del mare, consente anche di effettuare il monitoraggio delle coste in modo da individuare ed eliminare possibili fonti di inquinamento e di rispondere rapidamente e con efficacia alle segnalazioni dei cittadini.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: