ULTIM'ORA

Siracusa. Scuola “Raiti”, la riapertura posticipata al prossimo venerdì, Vinci: “non sono ammissibili ulteriori rinvii”


raiti_scuola-_siracusatimes-1News Siracusa: nella giornata di oggi sono stati completati i lavori, disposti dal Comune di Siracusa, per il ripristino del tetto nei locali dell’Istituto “Salvatore Raiti” (leggi qui). “I lavori sono stati eseguiti con urgenza e tempestività – si legge in una nota rilasciata nel sito del plesso scolastico – a causa dalle condizioni di pericolo nelle quali si trovava la scuola. Sono state messe in sicurezza e ripristinate varie parti di tetto, e non solo, in alcune aree dei corridoi, in due bagni, nella sala mensa e in alcune aule e da oggi sono in atto i lavori di pulizia straordinaria necessari a seguito di un intervento così importante. Tuttavia la riapertura del plesso è stata posticipata per il prossimo venerdì 23 settembre, affinché possa essere effettuata una pulizia accurata di tutto l’istituto, tempo previsto appunto 3 giorni.

L’assessore Troia si attivi immediatamente per far aprire la scuola Raiti già domani”. E’ l’invito che giunge da Cetty Vinci, capogruppo del Gruppo Opposizione in Consiglio comunale in seguito alla notizia che l’istituto Raiti non aprirà domani, come comunicato inizialmente, ma venerdì, solo per gli alunni della scuola dell’infanzia, mentre per la scuola elementare tutto è rimandato a lunedì 26.

Non sono ammissibili ulteriori rinvii – afferma -. Nel resto della città, come in tutta la provincia, le scuole sono aperte da una settimana mentre gli alunni iscritti in questo istituto non hanno ancora potuto iniziare l’anno scolastico. Con ripercussioni gravissime per le famiglie, che sono costrette a pagare decine di euro, ogni giorno, per poter lasciare i propri figli in ludoteche o altre strutture che, in questo momento, devono fare le veci della scuola. I lavori sono stati ultimati e non si può accettare che occorrano tre giorni per le pulizie delle aree interessate dagli interventi. Già il Comune ha sottovalutato il problema decidendo di intervenire solo all’ultimo, ora cerchi, almeno, di riparare al danno. Si lavori giorno e notte per permettere l’immediata riapertura dell’istituto, si ricorra ai privati, se necessario, per implementare gli addetti alle pulizie e permettere agli alunni di entrare a scuola domattina”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: