ULTIM'ORA

Siracusa, sanità: sit-in del personale infermieristico. “Denunciamo la grave condizione professionale e lavorativa in cui si trova il personale”


News Siracusa: si è tenuto stamani un sit-in di denuncia e sdegno in corso Gelone, 17 nei pressi della sede Asp. Il personale infermieristico si dissocia e si indigna per via di condizioni lavorative avverse che comprometto spesso il regolare andamento di una professione tanto impegnativa.

Queste le premesse sulle quali si svolgerà la protesta: “L’indifferibile riferimento all’art. 32 della Costituzione, secondo cui «La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti». L’inderogabile riferimento alla risoluzione del parlamento europeo del 19/05/2015 «Un’assistenza sanitaria più sicura in Europa» che esorta gli stati membri a non imporre misure che incidono sulla riduzione del personale, che ha provocato 37.000 morti in Europa nel 2014, e a garantire che la sicurezza dei pazienti non sia messa a rischio dalle misure di austerità e che il sistema sanitario resti adeguatamente finanziato”.

Anche alla luce di tali considerazioni il personale denuncia: “La grave condizione professionale e lavorativa dei lavoratori del comparto nell’ambito dell’erogazione dell’assistenza sanitaria. La mancata proroga e stabilizzazione del personale di assistenza e di supporto. La gravissima carenza di organico che, nel periodo estivo, non garantirà la continuità assistenziale determinando l’incremento del rischio clinico e nocumento per gli utenti. La mancanza di adeguati controlli nelle strutture private accreditate atte a verificare la consistenza e l’adeguatezza degli organici. La mancata attribuzione dell’organizzazione e della gestione dell’assistenza al Dirigente infermieristico”.

Anche secondo il codice Deontologico l’infermiere risulta ricoprire un ruolo di grande responsabilità che dovrebbe poter garantire grazie ad un giusto e funzionale ambiente lavorativo. Il codice Deontologico infatti sottolinea che secondo il Capo VI, Articolo 47: “L’infermiere, ai diversi livelli di responsabilità, contribuisce ad orientare le politiche e lo sviluppo del sistema sanitario, al fine di garantire il rispetto dei diritti degli assistiti, l’utilizzo equo ed appropriato delle risorse e la valorizzazione del ruolo professionale”.

Articolo 48: “L’infermiere, ai diversi livelli di responsabilità, di fronte a carenze o disservizi provvede a darne comunicazione ai responsabili professionali della struttura in cui opera o a cui afferisce il proprio assistito”.

Articolo 49 : “L’infermiere, nell’interesse primario degli assistiti, compensa le carenze e i disservizi che possono eccezionalmente verificarsi nella struttura in cui opera. Rifiuta la compensazione, documentandone le ragioni, quando sia abituale o ricorrente o comunque pregiudichi sistematicamente il suo mandato professionale”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: