ULTIM'ORA

Siracusa, sabato il corso di formazione “Il Centro antiviolenza come scuola di pensiero”


 

News Siracusa: dalla rivoluzione femminista al pensiero della differenza firmato da intellettuali, filosofe, scrittrici, scienziate: le grandi protagoniste dei nostri saperi di donne. Spazia in questo il corso di formazione di 2° livello in full immersion “Il Centro antiviolenza come scuola di pensiero” che si svolgerà sabato 27 maggio nella Sala Rossa di via Brenta 67/69.

Diretto da Raffaella Mauceri, giornalista-editrice, esperta di women’s studies e fondatrice della Rete Centri Antiviolenza di Siracusa, al corso possono accedere le operatrici che hanno precedentemente conseguito l’attestato di formazione di base di uno dei numerosi corsi tenuti dalla Rete di Siracusa, ad oggi 29, o tenuti in trasferta presso vari comuni della Sicilia, della Sardegna e della Calabria.

Sono complessivamente 28 le specialiste tra avvocati, psicologhi, assistenti sociali e pedagogisti iscritte al corso attuale: 16 provenienti dalla Calabria, 4 dalla provincia di Agrigento, e 7 dalla provincia di Trapani più una giornalista.

Il corso di formazione di base si apriva con un flash sul passato ancestrale delle donne e sulla genealogia femminile, dalle dee alle regine matrifocali, dalle schiave alle “streghe”. Il corso di secondo livello si rende invece necessario poiché l’operatrice di un centro antiviolenza non può non sapere da quale scuola di pensiero scaturiscono e quale pensiero sono deputati a trasmettere i centri antiviolenza qualificati.

I centri antiviolenza sono laboratori di identità femminile perché scaturiti dai saperi delle donne e devono per questo essere portavoce e luogo di diffusione di una scuola di pensiero.

Siracusa, sabato il corso di formazione “Il Centro antiviolenza come scuola di pensiero”

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: