ULTIM'ORA

Siracusa: Rodante e Abela presentano il nuovo progetto per il percorso accessibile in v. Teocrito


percorso accessibile Teocrito

Tavola percorso viale Teocrito

News Siracusa: il consigliere comunale di Progetto Siracusa, Fabio Rodante e il consigliere di circoscrizione Neapolis Nicoletta Abela presentano il nuovo progetto per il percorso accessibile in viale Teocrito. Il progetto è stato proposto dal consigliere Abela dovrebbe rendere fruibile i siti che insistono in quell’aria, tra cui la Basilica Santuario Madonna delle Lacrime, il Museo Archeologico Regionale “P. Orsi” e il complesso di San Giovanni con la Basilica, la cripta e le catacombe.

L’abbattimento delle barriere architettoniche in città – affermano Rodante e Abelaè centrale per la riqualificazione urbana e per il potenziamento della vocazione turistica di Siracusa. Alle reiterate istanze provenienti dal gruppo consiliare di Progetto Siracusa non è stato dato ancora seguito, se non per piccoli interventi in Ortigia e in particolare per la realizzazione di alcuni scivoli”.

Il consigliere comunale Fabio Rodante e la VII commissione consiliare, hanno predisposto sul tema un atto di indirizzo, presto al vaglio del civico consesso, al quale sarà allegata la tavola planimetrica redatta dal consigliere Neapolis Nicoletta Abela.

La tavola – precisa Abelaè uno schema esplicativo di ciò che è attualmente viale Teocrito e di ciò che, con le dovute modifiche, dovrebbe diventare.

Una foto aerea demarca  viale Augusto con il colore verde e viale Teocrito con il fucsia. Sotto la foto aerea qualche definizione relativa a ciò che costituisce barriera architettonica e a destra in alto le possibili soluzioni da applicare per eliminare questi ostacoli.

Nello specifico, si propone una modifica sostanziale del marciapiede, ben più adatta agli attraversamenti degli incroci del viale Teocrito con le traverse sia a destra sia a sinistra, che prevede sostanzialmente l’abbassamento del marciapiede proprio nella parte ad angolo fino a raggiungere la quota strada, con rampe di arrivo al cosiddetto ventaglio con pendenza non superiore al 8%.

Oltre alla proposta di modifica della carreggiata, realizzando due rampe con lieve pendenza intervallate da una parte piana caratterizzata dalle strisce pedonali e posta alla stessa altezza del cordolo del marciapiede. Per questa soluzione non è prevista alcuna modifica della banchina e costituisce anche un deterrente per la velocità che incautamente qualche automobilista raggiunge in questo tratto di strada piuttosto rettilineo.

L’ultimo schema è relativo all’uso del sistema LOGES (il cui nome è acronimo della definizione Linea di Orientamento, Guida e Sicurezza), si basa su di una codifica di linguaggio riassumibile in rigature continue per i tratti di percorso lineare e rilievi a bolle per i punti di segnalazione del pericolo valicabile o assoluto, compresi semafori con avvisatore acustico e a chiamata, sistema utile per  l’utenza colpita dalla disabilità visiva”.

© Riproduzione riservata

Share


Articoli correlati:

[phone]
[/phone]