ULTIM'ORA

Siracusa: riunione del Forum del Terzo Settore per fare un bilancio delle attività del 2015 e discutere delle iniziative per il 2016


forum terzo settore siracusa times

News Siracusa: nei giorni scorsi si è riunita l’assemblea del Forum del Terzo Settore, composta da 46 associazioni appartenenti al mondo del volontariato, della promozione sociale e della cooperazione, che ha definito gli orientamenti del Forum, e verificato le attività svolte e ha tracciato il programma delle attività da realizzare nel 2016. L’assemblea ha approvato la relazione del portavoce, che ha ripercorso le numerose iniziative realizzate dalle associazioni nel corso del 2015.

“Dal dibattito – ha affermato il portavoce, Franco  Di Priolo – è emerso un giudizio positivo su quanto messo in campo dal Forum in un solo anno dalla sua ricostituzione: si è riusciti a catalizzare l’attenzione del mondo del terzo settore, e soprattutto nel sociale dove il Forum rappresenta una parte rilevante. Per le associazioni del Volontariato, per la Cooperazione e la Promozione Sociale, aderire al Forum del Terzo Settore ha significato avere un unico comune denominatore, ovvero, “avere una marcia in più”, per realizzare attività a favore delle persone con fragilità, con l’obiettivo strategico di costruire un welfare di comunità. Questo è il grande patrimonio che il mondo del terzo settore mette a disposizione della società, determinato a stipulare con le istituzioni un patto di solidarietà che valorizzi le diverse competenze, specificità e contesti umani, che possano dialogare ed agire per il raggiungimento di obiettivi condivisi”.

In questi giorni il Forum è impegnato in prima linea per far ripartire il servizio ASACOM (l’assistente all’autonomia e alla comunicazione). Sta lavorando per fare in modo che questo servizio possa essere finanziato ogni anno automaticamente, in modo tale che gli studenti diversamente abili abbiano la certezza di aver garantito il loro diritto allo studio e i lavoratori delle cooperative possano continuare a fornire la loro professionalità. L’ASACOM è il servizio di assistenza specialistica ad personam che deve essere fornito al singolo studente con disabilità, in aggiunta all’assistente igienico-personale ed all’insegnante di sostegno per sopperire ai problemi di autonomia e/o comunicazione. Anche quest’anno, la disorganizzazione dell’ex Provincia nell’organizzare l’avvio del servizio ASACOM ha fatto registrare un ritardo di quasi due mesi rispetto all’inizio dell’anno scolastico. Questo semplice ritardo, che avrebbe arrecato disagi a qualsiasi studente normodotato, nel caso di ragazze e ragazzi con disabilità ha ulteriormente moltiplicato le difficoltà esistenti.

La sospensione, disposta per mancanza di fondi, costringe oltre 150 ragazzi a non poter fruire del proprio sacrosanto diritto allo studio sancito dalla costituzione, dalla convenzione ONU sui diritti del bambino, e dalle norme di legge più specifiche connesse alla disabilità (D.P.R. 616/77 e legge 104/92). Ancora una volta un servizio essenziale per una categoria di cittadini che necessitano di particolari attenzioni, viene messo in discussione per le incapacità di chi esercita la responsabilità politica e amministrativa di programmare per tempo il flusso di risorse necessarie per dare continuità a questo tipo di servizio.

Altrettanta preoccupazione va espressa per l’incertezza ed il disagio a cui sono costrette le imprese sociali e gli operatori specializzati impegnati a garantire il servizio ASACOM pur in assenza di fondi da oltre quindici mesi. Il Forum, insieme al Coprodis, si è fatto promotore di un incontro con il presidente della Regione Rosario Crocetta, che a Siracusa ha promesso che il servizio sarebbe ripreso, ma ad oggi non è avvenuto.

Su questi servizi essenziali non sono più tollerabili disattenzioni e/o superficialità. Tutti i soggetti politici ed amministrativi sono chiamati a dare risposte concrete ed a concorrere per attuare ogni azione possibile affinché il servizio ASACOM non subisca ulteriori sospensioni, sia garantito per tutto l’anno scolastico in corso ed è tempo che si provveda a definire il suo definitivo consolidamento per gli anni a venire.

Al fine di giungere agli obiettivi indicati, il Forum si fa promotore della costituzione di un tavolo tematico permanente presso la Prefettura, che veda partecipi tutti i soggetti deputati alla soluzione della problematica, ovvero: S.E. il Prefetto di Siracusa, il Commissario del libero consorzio, la deputazione Regionale e Nazionale, le associazioni rappresentanti delle famiglie dei minori con disabilità, quindi il Forum del Terzo Settore, il consorzio COPRODIS, i rappresentanti della Cooperazione sociale.

L’assemblea del Forum ha tracciato gli obiettivi per il 2016: il Forum intende promuovere un azione in sinergia con tutti i sindaci della Provincia per rispondere ai bisogni delle categorie più fragili della popolazione. Ciò si può realizzare a partire dalla discussione dei capitoli dedicati al welfare contenuti nei vari D.U.P. (Documenti Unici di Programmazione) predisposti dai Comuni. Contestualmente, il 2016 sarà dedicato alla costituzione delle articolazioni sub-territoriali del Forum, per garantire la più ampia partecipazione delle associazioni sparse nel territorio della provincia e consentire loro di partecipare all’elaborazione delle politiche ed alle iniziative del Forum.

L’obiettivo che il Forum intende perseguire nel breve termine è di giungere alla definizione diffusa della regolamentazione delle libere forme associative che va riscritta, tenendo conto che la presenza delle associazioni del welfare non può essere considerata un costo, al contrario, esse rappresentano una risorsa, il valore aggiunto che può contribuire a migliorare le politiche sociali e in generale le attività rivolte al benessere di tutti i cittadini, anche in campo culturale, della difesa dell’ambiente, della salute.

Per ambire al raggiungimento degli obiettivi dichiarati, il Forum si è dotato di distinte consulte tematiche che raggruppano più soggetti per settori omogenei. Questa modalità organizzativa ha già dato risultati apprezzabili. Nello specifico sono operative quattro diverse consulte tematiche:

  • Una dedicata ai temi dell’infanzia, che si è già impegnata su: Siracusa Città Educativa, incontro tra la scuola e le associazioni, “patto educativo”, Partecipazione attiva alle Istituzioni, Emergenza minori non accompagnati, ecc..
  • Una per la popolazione Anziana, che ha lavorato per affermare Il ruolo attivo degli anziani nella società per contrastare fragilità e solitudine, contro le frequenti truffe a danno degli anziani ed ha promosso l’apprendimento permanente e la Socializzazione, ecc..
  • La Consulta sui temi della Sanità, che ha lavorato per la disabilità fisica e intellettiva, l’Ascolto oncologico, l’Hospice, l’invalidità, l’aiuto al superamento delle dipendenze di ogni genere (gioco d’azzardo patologico, droghe, alcool) ecc..
  • La Consulta sul Sociale e Immigrazione, che ha sviluppato la sua azione per contrastare: il disagio del reinserimento sociale, l’anti-violenza sulle donne e infanzia, l’inclusione sociale, la lotta all’omofobia. Si è impegnata inoltre sui temi dell’ambiente e dell’ecologia. Ha operato per l’accoglienza e l’immigrazione.

L’assemblea ha dato al coordinamento il mandato di organizzare una iniziativa pubblica, allo scopo di coinvolgere tutti i soggetti istituzionali e le associazioni del Terzo Settore per promuovere ed organizzare la diffusione dei valori, dei progetti e istanze del Terzo Settore.

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: