ULTIM'ORA

Siracusa: ritorna il Cinema in Piazza alla Borgata. Lunedì la prima proiezione


cinema in piazza ficarra picone siracusa times

News Siracusa: Dopo il grande successo dello scorso anno torna a grande richiesta il Cinema in Piazza, iniziativa promossa dal Consiglio di quartiere Santa Lucia in collaborazione con l’associazione “Astrea in memoria di Stefano Biondo” ed il Comune di Siracusa.

Anche quest’anno, le commedie di maggior successo delle ultime stagioni riempiranno di applausi, risate e divertimento lo splendido scenario che ospiterà l’evento, Piazza Santa Lucia. La manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, conserverà lo slogan “E puttativi à séggia”. Slogan che vuole essere un tuffo nel passato, una sorta di rievocazione del cinema anni ’50, oltre che un chiaro appello alla cittadinanza. Anche quest’anno durante la seconda edizione del Cinema in Piazza, verranno distribuiti gratuitamente patatine e pop corn.

L’iniziativa che inizierà il 6 Luglio e terminerà il 31 Agosto, animerà il quartiere della Borgata con cinque diversi appuntamenti che si terranno sempre il lunedì con cadenza bisettimanale. Il grande debutto del “Cinema in piazza 2.0”, in programma per il 6 Luglio alle ore 21.00, prevede la proiezione del film “Andiamo a quel paese”, film interamente girato tra Siracusa e Rosolini, che vede protagonisti gli amatissimi comici siciliani Ficarra e Picone.

I due attori interpreteranno il ruolo di Salvo e Valentino, due simpatici amici rimasti disoccupati che decidono di abbandonare la grande città per rifugiarsi nel piccolo paese d’origine, Monteforte. L’impatto con la nuova realtà non risulterà per nulla facile: i due si ritroveranno a vivere in un contesto diverso da quello che si erano immaginati: un paese pieno di anziani, da cui però sarà impossibile non poter trarre beneficio. Ogni anziano rappresenterà infatti, con la propria pensione, un bel bottino per entrambi.

Per ulteriori informazioni sarà possibile consultare l’evento (clicca qui) o la pagina Facebook ufficiale (clicca qui).

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: