ULTIM'ORA

Siracusa: riconoscimento al merito sportivo per l’arbitro disabile Roberto Camelia


Roberto Camelia

Roberto Camelia

News Siracusa: il prossimo 3 ottobre il siracusano Roberto Camelia, arbitro disabile, riceverà, al Teatro Comunale Traiano di Civitavecchia a Roma, un riconoscimento nazionale al merito sportivo in qualità di Giudice-Arbitro della FPI, un premio è conferito a chi si è distinto nell’ambito Locale, Regionale, Nazionale ed Internazionale. Roberto è il primo arbitro di boxe che sale sul ring con una protesi alla gamba. Il 38enne aretuseo non ha mai mollato e adesso realizza un altro importante traguardo.

Unico Ufficiale di gara al mondo abilitato ad officiare incontri di boxe nonostante la sua disabilità, per uno sport che ha sempre amato. Pugile da ragazzino, poi tennista di buon livello, nel 2010 ottiene il patentino di arbitro di boxe. Ma nel 2013 Roberto perde una gamba in un incidente stradale, mentre prestava soccorso ad un’automobilista uscito fuori strada, è stato anche lui falciato rimanendo amputato sotto il ginocchio sinistro.

Il siracusano decide di rimanere sul ring, quella passione che lo accompagna da sempre, uno sport che per la sua natura spinge al mettere al tappeto il nemico, in questo caso le disgrazie della vita. Dopo l’incidente, Roberto Camelia ritorna ad arbitrare dal mese di giugno del 2014, svolgendo una mansione che per oltre un anno è riuscito ad esercitare da normodotato, ma a breve il siracusano diventa il primo uomo ad arbitrare un incontro di boxe con una protesi: lo scorso 23 maggio, arbitra durante un evento organizzato dalla National Amputee Boxing Association, in Texas, negli Stati Uniti. E il prossimo 3 ottobre un importante riconoscimento sportivo, un ringraziamento a Roberto e alla cultura della nobile arte della boxe che è fatta di passione, e che ispira tutti a non mollare mai.

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: