ULTIM'ORA

Siracusa. Riapre la Basilica di San Giovanni Evangelista


inaugurazione chiesa san giovanni - siracusatimes

Da sinistra: l’arcivescovo Pappalardo, la sovrintendente Panvini e il parroco Gallone.

News Siracusa: è stato l’arcivescovo di Siracusa, monsignor Salvatore Pappalardo insieme alla sovraintendente ai Beni Culturali Rosalba Panvini, questa mattina, a tagliare il nastro e riaprire, così dopo due anni, la Basilica di San Giovanni Evangelista alle Catacombe, ritenuta per tradizione la prima cattedrale della città.

Come si ricorda, il luogo sacro, è stato interessato da importanti lavori di restauro, consolidamento e valorizzazione grazie al finanziamento POFESR Sicilia 2007-2013, per un costo di € 1.748.000,00.

Da oggi, quindi, torna fruibile per le celebrazioni liturgiche della comunità parrocchiale e alle visti guidate, curate da Kairos, non solo la basilica ma anche la cripta di San Marciano, dove la tradizione vuole che l’apostolo Paolo sostò per predicare: “Approdammo a Siracusa dove rimanemmo tre giorni”(Atti28, 12). Luogo caro alla comunità diocesana perché vi è la tomba del primo vescovo di Siracusa a cui la cripta è dedicata.

Presenti alla cerimonia, oltre all’arcivescovo e alla sovrintendente, anche il direttore dei lavori Aldo Spataro, il responsabile unico del procedimento Paolo Tiralongo, il vicario generale, monsignor Sebastiano Amenta, il deputato regionale Vincenzo Vinciullo, il vicesindaco Francesco Italia, l’ispettrice della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra Gioacchina Tiziana Ricciardi, e Salvatore Sparatore per Kairos.

Al termine della cerimonia d’inaugurazione, ha avuto luogo la solenne celebrazione eucaristica della Domenica delle palme, inizio della settimana santa, presieduta dal parroco, don Giuliano Gallone.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: