ULTIM'ORA

Siracusa, Resort Ognina, Zappulla e Marziano: “Al territorio e alla comunità verità e trasparenza nella valutazione e nella costruzione del giudizio”


marziano zappulla siracusa timesNews Siracusa: il progetto Resort Ognina non convince i parlamentari siracusani del Pd, Pippo Zappulla e Bruno Marziano, insistendo  su operazione di verità e verità e trasparenza, rendendo partecipe l’intera città. Un consiglio comunale a seduta aperta per coinvolge tutte le parti interessate nel percorso che riguarderà la decisione e la possibile realizzazione di un resort di lusso ad Ognina.

“Ci attendevamo – dicono i due deputati Pd – momenti pubblici di informazione e di approfondimento sul progetto da parte della Società e invece il silenzio assordante è rotto soltanto da singolari tattiche prese di posizione. Restiamo convinti  assertori che è compito di una classe dirigente matura, autonoma e capace di coltivare solo l’interesse generale, rendere compatibile la tutela rigorosa del territorio con nuovi insediamenti turistici”.

“Non si può chiedere ad una intera comunità – spiegano Marziano e Zappulla – di condividere un progetto di tale portata a scatola chiusa o solo perché sostenuto da qualche improvvisato ed estemporaneo accompagnatore.Ribadiamo, pertanto, che è obbligo morale ed etico, ancor prima che economico, che si sviluppi una rigorosa e seria verifica, coinvolgendo non solo il consiglio comunale ma l’intera città”.

“L’imponenza del progetto – proseguono  – che prevede di impegnare un ampio territorio, impone specifiche varianti e programma lo spostamento di arterie e collegamenti stradali. Sostenibilità ambientali, sostenibilità paesaggistica, sostenibilità sociale, impatto economico e occupazionale sono a nostro avviso i parametri fondamentali per esprimere un giudizio e una valutazione consapevole e definitiva: allo stato delle nostre conoscenze questo progetto non ci convince”.

“Insistiamo, pertanto, perché, nel rispetto dei ruoli, – concludono Marziano e Zappulla – si  convochi un consiglio comunale in seduta aperta alle associazioni ambientaliste, alle circoscrizioni interessate, alla deputazione regionale e nazionale, alle forze sociali”.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: