ULTIM'ORA

Siracusa, Rappresentazioni Classiche. Stagione 2016 al debutto con Elettra di Sofocle


News Siracusa: Elettra vuole uccidere. Elettra è disperata. Vuole uccidere per riscattare un lutto. Vuole uccidere per vendicare il padre.

Elettra e il dramma. Il dramma di una vendetta consumata a Micene, tra le mura del decadente e corroso palazzo di Clitennestra ed Egisto, un tempo dell’Atride maggiore Agamennone, inaugura il 52° Ciclo di Rappresentazioni Classiche al Teatro Greco di Siracusa.

Ad aprire la stagione sono stati però i bambini ed i ragazzi delle sezioni Junior e Primavera dell’Accademia nazionale del dramma antico. Gli allievi hanno eseguito l’Inno di Mameli e letto un brano tratto da “Discorso sul teatro” di Garcia Lorca raccogliendo gli applausi degli spettatori che hanno gremito la cavea del Teatro Greco. Tra il pubblico, insieme al commissario straordinario della Fondazione Inda Pier Francesco Pinelli, anche Onofrio Cutaia, direttore generale del settore Spettacolo dal vivo del ministero dei Beni e delle Attività culturali, gli assessori al Turismo, Anthony Barbagallo, e alla Formazione, Bruno Marziano, della Regione Siciliana, il sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo e Rosalba Panvini, sovrintendente per i Beni e le Attività culturali di Siracusa. Ad assistere allo spettacolo anche l’attore Sebastiano Lo Monaco, che lo scorso anno ha occupato le scene del Teatro Greco nel ruolo di Agamennone in Ifigenia in Aulide.

In un’atmosfera quasi apocalittica che rievoca la saga cinematografica di Mad Max del regista George Miller, la tragedia è espressione ribelle di una principessa vestita di cenci. Capelli cortissimi, sacrificati sulla tomba dell’amato padre, e viso smunto per la figlia del defunto re di Micene protagonista dello straordinario allestimento curato dal regista Gabriele Lavia, di ritorno a Siracusa dopo il successo di “Edipo re” del 2000.

La cavea è immersa nel dolore assordante di Elettra inconsolabile. Nell’area, l’odore acre dell’incenso utilizzato dalla regina e madre Clitennestra durante i sacrifici rituali al dio Apollo.

Quella di Sofocle è una storia di odio, morte e vendetta che si disinteressa degli dei per raccontare passioni umane, emblematiche fila rosse di una stagione teatrale interamente dedicata alle donne. L’Elettra si alternerà all’Alcesti di Euripide per la regia di Cesare Lievi, mentre dal 23 al 26 giugno sarà il turno di Fedra di Seneca, diretta da Carlo Cerciello.

Ossessionata dall’odio verso la madre, Elettra è una donna che porta rancore. Continuamente ripete i torti subiti rievocando tutto il dolore che le è stato inferto. Elettra maledice la sua stessa genitrice, colpevole di aver ucciso insieme al suo complice e amante Egisto, il marito Agamennone e arde dal desiderio di vendetta. Una vendetta che non può compiere perché donna. Spesso immaginata mentre divide il letto con l’aguzzino del marito, è proprio Clitennestra a catalizzare il disprezzo della figlia che sembra essere confortata dalla sola speranza di un ritorno a Micene del fratello Oreste, finale esecutore materiale del matricidio. Elettra sente di essere incompresa e non riesce a capacitarsi del perché la sorella Crisòtemi non condivida il suo stesso odio ma non si piega al potere, non cede al compromesso e, al contrario, imperversa in quella ricorrente tematica eschilea del “chi ha versato sangue ne verserà a sua volta” e da vittima di soprusi si fa carnefice.

Il regista Gabriele Lavia riesce a concentrare la tragedia di Elettra in rapide e concitate battute interpretate dal talento di Federica Di Martino nei panni di Elettra, di Maddalena Crippa come Clitennestra, di Maurizio Donadoni come Egisto, di Massimo Venturiello come Pedagogo, di Jacopo Venturiero come Oreste e di Massimiliano Aceti come Pilade.

L’Elettra di Lavia è stata curata nella traduzione da Nicola Crocetti, nelle scene da Alessandro Camera, nei costumi da Andrea Viotti e nelle musiche da Giordano Corapi.

Prossimo appuntamento domani sera alle 18.45 con la prima di “Alcesti” per la regia di Cesare Lievi.

Panasia – Zappulla

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: