ULTIM'ORA

Siracusa. Rappresentazioni classiche, INDA: prezzo ridotto per la terza replica di “Fedra di Seneca”


inda - siracusa timesNews Siracusa: dopo il successo di “Elettra” e “Alcesti”, il 52° ciclo di spettacoli classici a Siracusa si chiude con la “Fedra” di Seneca, regia del napoletano Carlo Cerciello (vincitore nel 2015 del premio dell’Associazione nazionale dei critici di teatro) e traduzione del latinista Maurizio Bettini, in scena al Teatro Greco dal 23 al 26 giugno, alle 19,45. Lucio Anneo Seneca ebbe come modello della tragedia, perduta, l'”Ippolito velato” di Euripide, dove la moglie di Teseo, tradita e umiliata dal marito, si innamora perdutamente del figlio di lui, Ippolito. Per il mondo antico si trattava di un incesto inconfessabile e contro natura, tuttavia la tragedia senecana appare ancora. Le scene sono di Roberto Crea, i costumi di Alessandro Ciammarughi, le musiche di Paolo Coletta e la coreografia di Dario La Ferla. Fedra è interpretata da Imma Villa, mentre Fausto Russo Alesi affronta la doppia parte di Teseo e di Ippolito, Bruna Rossi è la nutrice e Sergio Mancinelli è il messaggero. Il coro è affidato anche in questo caso agli attori dell’Accademia d’Arte del Dramma Antico “Giusto Monaco”. Dopo Siracusa, “Fedra” andrà in scena il 31 luglio a Segesta e il 3 e 4 settembre a Taormina, per la tournée prevista dal Festival dei Teatri di pietra

Il 25 giugno, invece, per la terza replica di Fedra di Seneca, la Fondazione Inda consentirà ai residenti a Siracusa e in provincia e ai dipendenti di Forze dell’ordine, sovrintendenza ai Beni culturali, Comune e Prefettura di acquistare due biglietti al costo di 15 euro ciascuno. La possibilità di acquistare un ticket d’ingresso per Fedra, al costo di 15 euro, è prevista anche per le associazioni che hanno siglato convenzioni con la Fondazione. Questa sera, intanto, prova antegenerale dell’opera latina diretta da Carlo Cerciello. Fedra di Seneca debutterà giovedì 23 giugno, alle 19,45.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: