ULTIM'ORA

Siracusa, punta un taglierino alla gola della moglie per farsi consegnare del denaro: i carabinieri arrestano un uomo


Carabinieri

News Siracusa: i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Siracusa hanno tratto in arresto, nella flagranza dei reati di tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia, lesioni e detenzione abusiva di munizionamento, R.G., 40enne, pregiudicato.

L’uomo, durante l’ennesimo litigio, ha aggredito la moglie alla presenza del figlio minore della coppia, dapprima minacciandola verbalmente di morte per farsi consegnare una somma in denaro di 400 euro, necessaria per sanare un debito di droga; poi, di fronte al rifiuto della donna, le ha puntato un taglierino alla gola e ha iniziato a colpirla con calci e pugni al corpo ed al viso, in quanto lei ha tentato di opporgli resistenza.

Impossessatosi del postamat della vittima per andare a fare un prelievo, l’uomo è stato bloccato dall’intervento dei Carabinieri, allertati dai vicini allarmatisi per le forti urla provenienti dall’abitazione. Successivamente, i militari dell’Arma hanno ricostruito il lungo percorso di violenze fisiche e verbali subite negli anni dalla donna, iniziato pochi mesi dopo il matrimonio. Anni durante i quali la donna è stata frequentemente picchiata e minacciata di morte dal marito, sempre con la finalità di ottenere i soldi della pensione della di lei madre, avendo la vittima apposita delega per la pensione, per provvedere ai propri vizi.

Al termine delle formalità di rito l’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa. Durante la perquisizione domiciliare, finalizzata ad escludere la presenza di armi da fuoco, è stato rinvenuto un proiettile cal. 9, sottoposto a sequestro.

La donna, portata presso l’Ospedale “Umberto I” di Siracusa, è stata dimessa con prognosi di giorni dieci per i traumi ed un ematoma al capo riportati nell’aggressione.

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: