ULTIM'ORA

Siracusa: pubblicato un avviso esplorativo per ideare e realizzare nuove attività educative


scuola

News Siracusa: l’avviso pubblico esplorativo per “L’acquisizione di manifestazioni di interesse relative all’ideazione e realizzazione di attività educative” è stato pubblicato nell’Albo pretorio ed è disponibile anche on – line . Legato alla costruzione del POFT, il piano dell’offerta formativa riguardante gli Istituti comprensivi del Comune è destinato alle “associazioni culturali, di volontariato, onlus, e privati cittadini che vogliano proporre attività ed eventi che diano impulso alle crescita civile e sociale delle giovani generazioni, offrendo la propria attività di collaborazione e di volontariato per la realizzazione di progetti secondo le quattro macro aree in cui si articola il progetto “Siracusa città educativa”: stili di vita, sostenibilità ambientale, innovazione sociale e bisogni educativi, quest’ultimo strettamente attinente al ruolo della scuola”.

“Il Comune, nel 2014, ha aderito all’Associazione internazionale delle Città Educative, il cui progetto didattico parte dall’infanzia e dall’adolescenza, ma deve riuscire ad operare in funzione della cittadinanza nel suo complesso. Con l’adesione perseguiamo l’obiettivo di creare un sistema pedagogico esteso e aperto che metta al centro la formazione dei più piccoli, un sistema che non può prescindere dal ruolo della scuola e di una pluralità di soggetti impegnati nel sociale – ha dichiarato l’assessore alle Politiche scolastiche, Valeria Troia. Per fare questo occorre il coinvolgimento della città: da qui questa indagine esplorativa volta ad accertare la sussistenza di soggetti interessati ad offrire la propria attività per la realizzazione di progetti secondo le quattro macro aree delle Città Educative: i “Bisogni educativi”, in cui rientrano, tra gli altri anche i bisogni educativi speciali, l’inclusione, la dispersione scolastica, l’integrazione culturale, la cultura digitale, l’educazione alle differenze, il sostegno alla genitorialità; gli “Stili di vita”, in cui rientrano l’educazione alimentare, le dipendenze, la prevenzione e la sicurezza; la “Sostenibilità”, in cui rientrano l’educazione e la sostenibilità ambientale; l’ “Innovazione sociale” in cui rientrano la partecipazione, la tutela dei beni comuni, la scuola collaborativa, l’economia circolare”.

La manifestazione di interesse dovrà essere consegnata al settore Politiche Educative, del Comune, in piazza Minerva, 5 entro il prossimo 15 Aprile.

 

 

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: