ULTIM'ORA
Pubblicità elettorale - Committente Giancarlo Lo manto

Siracusa, processo Salvo Miconi. Giorno 5 maggio il Pm chiederà la condanna per Niky Nonnari


Salvo Miconi Siracusa TimesNotizie a Siracusa: non si abbassano i riflettori sul processo Miconi, il giovane panettiere aretuseo accoltellato, durante l’ottava di Santa Lucia 2013.

Era il 28 ottobre del 2014, quando, per la prima volta il Tribunale di Siracusa ha iniziato ad esaminare uno dei casi più “caldi” degli ultimi anni.

L’omicidio del giovane Salvatore Miconi, infatti, destò notevole sgomento sia perché vedeva come esecutore materiale del delitto un coetaneo, Niky Nonnari, sia perché macchiava di sangue il rientro, in Cattedrale, del simulacro argenteo di Santa Lucia.

Udienze su udienze hanno condotto il giudice Migneco a quella di oggi dove sono stati chiamati a pronunciarsi i medici che accettarono l’incarico di effettuare la perizia di salute mentale generale per quanto concerne la capacità di intendere e di volere di Nonnari.

Nonnari, lo scorso 17 febbraio, secondo la perizia effettuata dal perito di parte dott.re Petralia, era risultato capace d’intendere e di volere sia nel momento dell’omicidio sia nei momenti successivi quando fece rientro nella sua abitazione.

Il referto di Petralia, alla luce dell’udienza di oggi, combacia con quello degli altri medici facendo cadere così ogni tipo di attenuante. Nonnari, quindi, secondo la medicina era capace di intendere e volere quel 20 dicembre del 2013.

Si tornerà in aula il prossimo 5 maggio. Giorno in cui sarà richiesta la condanna, per Nonnari, dallo stesso Pm.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: