ULTIM'ORA

Siracusa. Presentate, ieri, le iniziative didattiche della SDS di Architettura per Villa Reimann


Università Siracusa Times

Gli studenti di Architettura a Villa Reimann

News Siracusa: ha avuto luogo, ieri, presso la dependance di Villa Reimann la conferenza di presentazione delle iniziative promosse dalla Struttura Didattica Speciale di Architettura in corso, nella Villa di via Necropoli Grotticelle.
Ad illustrare le iniziative sono stati: Vittorio Fiore, docente di Tecnologie del Recupero Edilizio, Caterina Carrocci, docente del corso di Restauro e Antonio Bonifacio. La presentazione è stata aperta dai saluti del Presidente del Consorzio Universitario “Archimede”, Giuseppe Calvo che ha espresso soddisfazione per la collaborazione fra Università e l’Ente da lui presieduto, in quanto rappresenta il pieno adempimento delle volontà testamentarie della signorina Reimann. Soddisfazione è stata espressa anche dal Presidente della Struttura Didattica Speciale di Architettura, Bruno Messina.
“In qualità di membro fondatore dell’Associazione “Amici di Christiane Reimann” – dichiara il professor Fiore ho proposto una applicazione didattica e di ricerca sul patrimonio di Villa Reimann in quanto pensavo che questo potesse essere il mio contributo alla causa, attraverso i mezzi di cui dispongo nel mio lavoro. 
Per tale motivo la Villa è stata scelta come caso studio applicativo del corso di Tecnologie del Recupero Edilizio. Queste le fasi del lavoro: un primo step ha affrontato un’indagine sul sistema costruttivo, evidenziandone materiali, lavorazioni e l’interrelazione tra le parti. Questa analisi consentirà di valutare il potenziale tecnologico del sistema necessario per il controllo ed il dosaggio delle piccole trasformazioni dettate dal nuovo uso e dalle richieste dell’utenza contemporanea. 
Si affronteranno i temi del progetto – prosegue Fiore – che prevede al piano terra un museo della villa, dove l’appartamento storico mostrerà i singoli ambienti ri-allestiti con gli arredi originali ed espositori per le molte collezioni che narrano, attraverso percorsi di visita differenziati, la casa, la moda, il personaggio pubblico, il personaggio privato, la donna e la sua cultura nordeuropea. Il progetto affrontato nel corso, costituirà la base dell’elaborato sviluppato nel corso di Riqualificazione Tecnologica e Manutenzione Edilizia che si svolgerà durante il secondo semestre.
Tale progetto  condurrà ad elaborare un Piano di Manutenzione programmata, così come prescritto dalla normativa vigente. Alcuni gruppi di allievi affronteranno anche la manutenzione del Parco, ricco di reperti archeologici, episodi architettonici ed essenze storiche, attraverso l’applicazione di metodologie e schedature elaborate ad hoc per il Sistema Vegetale, tenendo conto delle peculiarità di un sistema “vivente” variamente composto, impedendo dannose interferenze tra sistemi architettonici e sistemi vegetali.
Questa fase, elaborata nel corso per Villa Reimann – conclude il Docente Universitario – consente di affrontare la delicata questione dei piani di manutenzione, necessaria per i patrimoni pubblici e per i beni culturali e fornire la Villa di un Piano di Manutenzione ad hoc”.
La conferenza di presentazione è stata chiusa dai saluti del vice sindaco Francesco Italia, da Donatella Lo Giudice, membro del Comitato dei Garanti di Villa Reimann e di Marcello Lo Iacono, coordinatore di Save Villa Reimann
© Riproduzione riservata


Articoli correlati: