ULTIM'ORA

Siracusa. Presentata oggi in anteprima “Icons”, la mostra fotografica di Steve McCurry


News Siracusa: “un evento nell’evento – afferma il sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo –, la sintesi perfetta del progetto culturale che ha animato la nostra azione amministrativa in questi 4 anni: iniziative di qualità e valorizzazione del patrimonio architettonico. La mostra di Steve McCurry, un fotografo il cui valore è universalmente riconosciuto, è destinata a lasciare il segno nella storia culturale di Siracusa e sarà ricordata come uno degli eventi di punta di questo 2017 in Sicilia. Allo stesso tempo, mi piace trasmettere l’emozione di avere riconsegnato alla città uno spazio bellissimo che le ultime generazioni di siracusani non hanno mai conosciuto”.

Da circa 30 anni, Steve McCurry è considerato una delle voci più autorevoli della fotografia contemporanea. La sua maestria nell’uso del colore, l’empatia e l’umanità delle sue foto rendono le sue immagini indimenticabili. Ha ottenuto copertine di libri e di riviste, ha pubblicato svariati libri e moltissime sono le sue mostre aperte in tutto il mondo.

La mostra raccoglie in oltre 100 scatti l’insieme e forse il meglio della vasta produzione ormai quasi quarantennale del grande fotografo americano, per proporre ai visitatori un viaggio simbolico nel complesso universo di esperienze e di emozioni che caratterizza le sue immagini. A partire dai suoi viaggi in India e poi in Afghanistan, da dove veniva Sharbat Gula, la ragazza che ha fotografato nel campo profughi di Peshawar in Pakistan e che è diventata una icona assoluta della fotografia mondiale.

Con questa esposizione, ritorna alla fruizione pubblica, dopo un lungo restauro, lo straordinario Complesso di via Gargallo.  Degli edifici religiosi di Ortigia, il convento dei “Padri conventuali” di S. Francesco d’Assisi è uno dei più importanti.

“Dopo il Teatro comunale, il giardino dell’Artemision, palazzo Montalto e l’ex chiesa dei Cavalieri di Malta, ecco riaperto l’ex convento di San Francesco d’Assisi – afferma l’assessore alle Politiche culturali, Francesco Italia. Dal suo chiostro, portato alla luce durante i lavori di restauro, parte il percorso dentro l’opera di Steve McCurry, capace con i suoi scatti indimenticabili di cogliere l’essenza dei luoghi da lui visitati e l’anima delle persone che li abitano. Un grande fotografo e un’altra splendida mostra in un luogo notevole: per i 2.750 anni della fondazione della città, un doppio dono ai siracusani e ai visitatori”.

 

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: