ULTIM'ORA

Siracusa, Polizia penitenziaria: l’UGL proclama lo stato di agitazione, pochi 25 agenti a Cavadonna


News Siracusa: qualche giorno fa, una delegazione dell’UGL Polizia Penitenziaria costituita da Antonio Solano, Sebastiano Bongiovanni e Salvatore La Rocca, hanno effettuato una visita al carcere di Siracusa per verificare le condizioni in cui lavorano gli uomini e le donne della Polizia Penitenziaria.

“Il penitenziario di contrada Cavadonna – afferma Sebastiano Bongiovanni – si presenta in condizioni pressoché accettabili ma il vero dramma è la carenza numerica dei poliziotti penitenziari che non consente di svolgere le varie attività istituzionali in piena sicurezza”.

Secondo Salvatore La Rocca, l’invio da parte del DAP di sole 25 unità di polizia penitenziaria “non è sufficiente neanche per gestire l’ordinaria amministrazione; i poliziotti penitenziari sono costretti ad effettuare lavoro straordinario e senza neanche poter avere un’ora di pausa”.

“Ciò – afferma il sindacalista – si potrebbe ripercuotere negativamente sulla salute dei lavoratori. L’Ugl Polizia Penitenziaria ha quindi proclamato lo stato di agitazione al fine di sensibilizzare il Ministero della Giustizia sulle difficili condizioni di lavoro dei poliziotti penitenziari che lavorano nel carcere di Siracusa”.

L’Ugl Polizia Penitenziaria chiede infatti il trasferimento presso il penitenziario di contrada Cavadonna di almeno 50 poliziotti penitenziari per garantire almeno condizioni di lavoro ottimali.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: