ULTIM'ORA

Siracusa, polemica “Giò Art” Lukas e Piccione replicano al Presidente dell’AMP: “Solo provocazioni, volevano bloccare l’evento ma era tutto in regola”


Lukas Piccione Siracusa Times

News Siracusa: Una giornata dedicata alla creatività in tutte le sue forme ha visto un migliaio di studenti invadere, lo scorso 30 maggio, il piazzale del Castello Maniace.

Musica e pittura hanno caratterizzato la “Giornata dell’Arte” che da anni è quasi un appuntamento fisso per tutti gli studenti.  

L’ultimo sacchetto di spazzatura eliminato da Lukas e Piccione

Mentre il presidente dell’Area Marina Protetta del Plemmirio, Sebastiano Romano ha affermato che l’appuntamento al Castello Maniace ha causato non pochi disagi visto che il personale in servizio nella sede dell’Area Marina per un convegno medico, che si è dovuto interrompere più volte per la musica assordante proveniente dal palchetto allestito al centro della piazza, ha rintracciato alcuni studenti arrampicati sul tetto della sede.

“Migliaia di studenti si sono dati appuntamento al Castello Maniace – afferma il presidente dell’Area Marina Protetta del Plemmirio Sebastiano Romano – causando non pochi disagi. Personale in servizio nella sede dell’Area Marina per un convegno medico, che peraltro si è dovuto interrompere varie volte per la musica assordante proveniente dal palchetto allestito al centro della piazza, ha rintracciato persino alcuni studenti che si erano arrampicati sul tetto della nostra sede e faticato per farli scendere. Abbiamo dovuto richiedere il supporto dei vigili urbani per sorvegliare un evento che è parso fuori controllo e soprattutto assolutamente fuori luogo, invitiamo chi si è reso responsabile di questo scempio a riflettere su quanto accaduto e a fare in modo che un evento simile non abbia più modo di realizzarsi nel cuore di un sito monumentale”.

Dall’altra parte, invece, arriva la replica di Dario Lukas (Presidente provinciale della Consulta degli studenti) e Gabriele Piccione (Consulta Comunale Giovanile) alle accuse del Presidente dell’AMP Plemmirio.

“Quelle dichiarate dal presidente dell’AMP sono solo polemiche sterili e senza senso in quanto volevano bloccare tutto ma è stato possibile in quanto l’evento era in regola”.

“Nessuno si è arrampicato e nessuno ha chiamato i vigili, tutto falso solo per fare notizia – commenta Piccione – è stata una giornata fantastica sia per i turisti sia per gli studenti”.

“Avevamo richiesto i cestini per la raccolta differenziata – prosegue Piccione – ma non sono arrivati e ci siamo arrangiati con delle buste di plastica, riducendo al minino l’eventuale accatastamento di bottigliette e carte”.

“In mezzo pomeriggio abbiamo ripulito l’intera area riconsegnandola all’Amministrazione splendente – conclude Dario Lukas – hanno tentato di boicottare l’evento perché a Siracusa c’è questa mentalità, perché quando non si organizza nulla c’è da lamentarsi , quando si organizza qualcosa c’è solo da criticare. Non c’era nessun ragazzo ubriaco e queste dichiarazioni  suonano da scusa forse a causa del convegno che si stava svolgendo in concomitanza”.

“In mezzo pomeriggio – concludono i due giovani – abbiamo ripulito l’intera area riconsegnandola all’Amministrazione <splendente>”.

Sono queste le parole di due giovani che si sono esposti, in prima persona, per la corretta realizzazione di un evento di svago e cultura.

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: