ULTIM'ORA

Siracusa, piste ciclabili. Vinciullo: “Persi dai Comuni 350 mila euro”


News Siracusa: “con la Legge regionale n.9, del 9 maggio 2017, di cui sono stato relatore, è stato approvato il Bilancio di previsione della Regione Siciliana per l’anno finanziario 2017 e il Bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019.Nello stesso tempo, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti aveva emanato un decreto di assegnazione di somme, da ripartire tra le Regioni italiane, per il cofinanziamento della progettazione e della messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali”. Commenta così l’On. Vincenzo Vinciullo.

“Il Ministero aveva altresì stabilito nel 50% la quota di cofinanziamento da parte delle Regioni e, essendo la somma per la Sicilia pari a 576.181,48 euro, l’intera disponibilità per la Regione Siciliana è pari a 1.152.362,96 euro”.

“I Comuni sono stati invitati a predisporre i progetti.Essendo, però, da parte dei Comuni, pervenute solo 10 istanze, la somma che è stato possibile impegnare è pari a 802.848,27 euro, che non assorbe l’intera disponibilità delle somme disponibili per la realizzazione dei progetti e che, di conseguenza, fa perdere ai Comuni siciliani circa 350 mila euro, per avere omesso di presentare le domande.Dei 10 progetti, 2 ricadono nel territorio della provincia di Siracusa”.

“Il primo, per 33.212,15 euro, oltre a 5.866 euro di cofinanziamento comunale, servirà per i Lavori di ampliamento e messa in sicurezza dei percorsi ciclopedonali nel Viale Lido e nella Via Montoneri di Marzamemi, nel comune di PachinoL’altro, invece, per il Miglioramento della pedonalità e della ciclabilità nell’isola di Ortigia per euro 61.920”. 

 “Da tenere presente che, al solito, il Comune di Siracusa, si è reso protagonista di una decurtazione, pari a 33.725 euro, in quanto la richiesta presentata dallo stesso Comune non è stata ritenuta inseribile nella programmazione e, in modo particolare, la collocazione delle rastrelliere delle biciclette, in quanto era evidente che non era attinente all’oggetto dell’avviso”.

“Quindi dispiace, ha concluso l’On. Vinciullo, che si è perdura un’occasione importante per i Comuni della Regione Siciliana, in quanto è evidente che le somme andranno in perenzione e quasi tutti i comuni della Sicilia non potranno usufruire di questo contributo a fondo perduto”.  

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: